Home » ECONOMIA E SOCIALE » Più soldi per debellare le zanzare?
Le risorse oggi sono scese a meno di 2 milioni di euro

Più soldi per debellare le zanzare?

di ilTorinese pubblicato martedì 27 giugno 2017

Per combattere quelle fastidiose punture estive il Consiglio regionale chiede alla Giunta più fondi contro il proliferare delle zanzare, vista anche la particolarità del Piemonte che è terra di risaie. Nell’aula di Palazzo Lascaris sono infatti  stati approvati tre ordini del giorno che chiedono di incrementare le risorse per finanziare i progetti di prevenzione e disinfestazione, che nel 2012 erano pari a 7,5 milioni e che oggi sono scese a meno di 2 milioni di euro. Approvata la mozione del Partito democratico  impegna il governo regionale a stanziare maggiori risorse per la lotta alle zanzare sul territorio piemontese, anche utilizzando il fondo sanitario. Di simile tenore anche le altre due mozioni approvate, una di Forza Italia, l’altra dei 5 Stelle. Nei loro interventi, i consiglieri M5s hanno sottolineato come si sia riscontrato che venendo meno il finanziamento regionale, gli enti locali abbiano proceduto con agenti chimici che possono essere dannosi anche per altre specie, oltre che per l’uomo. In base ai dati tecnici di Ipla, l’istituto che gestisce i progetti di lotta alle zanzare in Piemonte dal 2007, i trattamenti alle riasie sono passati da una superficie di 30mila ettari nel 2014 a 6mila ettari nel 2015. Quanto ai fondi, se nel 2012 c’erano a disposizione 7milioni e 520mila euro, si è passati a 4,22 milioni nel 2013 e l’attuale disposnibilità a impegnare attualmente è stata per meno di 2 milioni di euro. La Regione  sostiene la lotta alle zanzare in base alla legge 75 del 1995, che definisce le linee guida per progetti di intervento efficaci a impatto ambientale minimo.

www.cr.piemonte.it