Home » Brevi di cronaca » Piante infestanti sul Po: non strappatele a caso, si moltiplicano!
IL MONITO DELL'ARPA

Piante infestanti sul Po: non strappatele a caso, si moltiplicano!

di ilTorinese pubblicato giovedì 18 agosto 2016

alghe 5Il Myriophyllum aquaticum, la pianta di tropicale proveniente dagli acquari, che ha infestato il Po a Torino, rischia di colonizzare altri tratti del fiume. L’allarme arriva dall’ Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) e viene dalle piante strappate da persone estranee alla alghe 4task force coordinata dal Comune di Torino. le piante abbandonate trovate in questi giorni dai  tecnici di Arpa destano preoccupazione, poiché la specie vegetale ha la capacità di riprodursi con il meccanismo della frammentazione di piccole parti di pianta. Per tale ragione ogni intervento di eradicazione deve essere effettuato in modalità controllata e smaltito correttamente.

IL COMUNICATO DEL COMUNE

“In seguito all’eradicazione delle piante infestanti, gli uffici del Comune hanno continuato il monitoraggio del Po, anche con la collaborazione delle società remiere che operano quotidianamente sul fiume – ha sottolineato l’assessora alla viabilità, Maria Lapietra – Finora non sono stati trovati nuovi punti di presenza del Myriophyllum aquaticum. Come previsto dalla campagna “Un Po più tuo”  un nuovo sopralluogo sarà effettuato giovedì 18 agosto dal personale del Comune con la collaborazione di bixicle.com che metterà a disposizione le canoe che normalmente noleggia ai Murazzi. Verificato successivamente che non ci siano ancora piante infestanti, il prossimo 24 agosto sarà aperta la diga Michelotti per far fluire più velocemente l’acqua, in modo tale da creare corrente per ridurre le condizioni favorevoli alla formazione e alla crescita delle piante non infestanti”. Infine un invito. “Tutti gli interventi devono essere autorizzati e coordinati dagli uffici dell’assessorato alla viabilità – ha concluso Maria Lapietra – in quanto eventuali iniziative autonome potrebbero essere controproducenti”.

(FOTO: IL TORINESE)

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE