Home » Dall Italia e dal Mondo » Per 100 euro scoppia la lite: dipendente uccide il datore di lavoro
CRONACHE ITALIANE

Per 100 euro scoppia la lite: dipendente uccide il datore di lavoro

di ilTorinese pubblicato domenica 25 febbraio 2018

DALLA CAMPANIA

Dalla ricostruzione sembra che a causa di 100 euro, acconto sulla cifra pattuita, sia scaturita la violenta lite che ha portato all’uccisione di un imprenditore dei trasporti, di 55 anni, Nicola Sabatino. E’ stato  ucciso a colpi di pistola a Frignano, nel Casertano, da un suo dipendente, Vito Recchimurzi, 51enne. La vittima è stata assassinata nell’appartamento dell’operaio che abita nel suo stesso edificio, dove il titolare dell’impresa si era recato per pagarlo, ma gli avrebbe dato solo 100 euro come acconto. Il corpo senza vita dell’imprenditore è stato trovato sul pianerottolo dalla polizia. Il dipendente ha sparato a Sabatino mentre quest’ultimo stava uscendo dall’alloggio.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE