Home » POLITICA » PENSIONI. BOETI: “CON RIFORMA FORNERO NON AVREMO SPECIALISTI A SUFFICIENZA PER CURARE GLI ITALIANI”
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

PENSIONI. BOETI: “CON RIFORMA FORNERO NON AVREMO SPECIALISTI A SUFFICIENZA PER CURARE GLI ITALIANI”

di ilTorinese pubblicato sabato 13 ottobre 2018

“Con la modifica della legge Fornero, che il Governo pare intenzionato a portare avanti, ben 45mila medici in Italia andrebbero in pensione. Questo rappresenterà un grande problema per il nostro Paese, perché le scuole di specializzazione non hanno licenziato un numero sufficiente di specialisti”: lo ha affermato il Presidente del Consiglio regionale Nino Boeti intervenendo quest’oggi a Palazzo Lascaris in occasione della presentazione della Campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione dell’Osteoporosi e i rischi dell’Anoressia. “In Piemonte, per esempio, si specializzano 8 ortopedici l’anno: potranno bastare a coprire il turn over? Temo che ci sia una sottovalutazione da parte del Governo e dell’opinione pubblica. Le scuole di specializzazione sono a numero chiuso e allora bisognerebbe consentire a tutti quelli che si laureano di potervi accedere liberamente e direttamente, altrimenti non avremo specialisti in grado di curare gli italiani. Quando ho iniziato a fare l’ortopedico, alla fine degli anni Settanta, non ho mai fatto un intervento senza l’assistenza di un chirurgo più anziano, a garanzia del paziente. Se non ci sono i maestri, gli allievi potrebbero fare danni e i danni sulla salute dei cittadini sono molto spesso irreparabili”.

Nino BOETI

Presidente Consiglio Regionale del Piemonte

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE