Home » LIFESTYLE » Pallapugno, la tradizione sportiva gioca in Monferrato
Da martedì 14 a giovedì 16 luglio

Pallapugno, la tradizione sportiva gioca in Monferrato

di ilTorinese pubblicato giovedì 9 luglio 2015

L’area del Palafiere di Casale sarà il teatro della tre giorni di gare maschili e femminili

 

pallapugnoDa martedì 14 a giovedì 16 luglio approdano a Casale Monferrato i Campionati Europei Giovanili della CIJB (Confederation Internationale Jeu de Balle – la principale Federazione europea delle Discipline Sferistiche del Continente), alla quale aderisce la Fipap – Federazione Italiana Pallapugno, una delle discipline sportive che hanno la loro radice storica nel cuore del Piemonte e che in questa regione è piuttosto praticata, soprattutto nei centri rurali. La seconda rassegna europea giovanile, organizzata dalla Fipap in collaborazione con l’Assessorato alla Promozione Sportiva del Comune di Casale Monferrato, raduna un centinaio di giovani atleti ed atlete Under 19, 17 e 15, in rappresentanza di Belgio, Francia, Olanda, Spagna e Italia, che si sfideranno nelle specialità previste dalla CIJB: One Wall e Gioco Internazionale. L’area del Palafiere sarà il teatro della tre giorni di gare maschili e femminili.

 

Sui sei campi allestiti all’interno del Palafiere si svolgeranno i sei gironi del One Wall, specialità di origine anglosassone (nella sola New York si contano oltre 300.000 tesserati) che si gioca a coppie colpendo con la mano una palla di  gomma lanciandola contro un muro.Il One Wall, introdotto in Italia una decina di anni or sono, ha la sede del centro federale a Nizza Monferrato dove si svolgono i campionati italiani e gli Open d’Italia con la partecipazione di atleti provenienti da Usa, Portorico, Inghilterra, Irlanda, Messico, Giappone, e per la prima volta approda a Casale Monferrato in un impianto che ha tutte le caratteristiche per candidarsi ad altre manifestazioni di prestigio.  Nel piazzale antistante, dove saranno allestiti due campi, si disputerà invece il torneo Under 19 del Gioco Internazionale.

 

Su un rettangolo di gioco di 70×18 mt due formazioni (5 giocatori per squadra) si sfidano con regole quasi identiche a quelle della Pallapugno in una specialità studiata dal settore tecnico CIJB, presieduto dall’italiano Romano Sirotto, per unificare le caratteristiche tecniche delle varie nazioni non solo europee ma anche d’oltreoceano (Argentina, Colombia, Ecuador, Cile, Uruguay, Messico). Il commissario tecnico, Sergio Corino, oltre 30 medaglie all’attivo con la nazionale maggiore, con i tecnici Giorgio Vacchetto e  Olimpia Luparia, diramerà nei prossimi giorni i nomi degli azzurrini che saranno presenti a Casale Monferrato.

 

Massimo Iaretti