Home » prima pagina » Osservatorio Tav, situazione poco Chiara: la sindaca non vuole ma è “costretta” a farne parte
APPENDINO NON PUO' USCIRNE IN QUANTO E' ALLA GUIDA DELLA CITTA' METROPOLITANA CHE OSPITA ANCHE LA SEDE DELL'ORGANISMO

Osservatorio Tav, situazione poco Chiara: la sindaca non vuole ma è “costretta” a farne parte

di ilTorinese pubblicato venerdì 23 dicembre 2016

appendino fasciaIl consiglio della Città Metropolitana ha votato per continuare a partecipare all’Osservatorio sulla Torino-Lione, guidato dal commissario governativo Paolo Foietta e per tenere aperta  la sede che si trova in corso Inghilterra, nel palazzo dell’ex provincia. 8 i voti contrari del Movimento 5 Stelle che non sono stati sufficienti a bocciare una provinciamozione proposta dal Pd, che di fatto “costringe” la sindaca metropolitana, Chiara Appendino, a restare nell’organismo seppur contraria alla Tav, dal cui Osservatorio ha fatto uscire il Comune di Torino. Il Movimento 5 Stelle è alla guida della Città Metropolitana, ma la maggioranza dell’assemblea consiliare è di centrosinistra e centrodestra.  A Palazzo Civico, dove la Sala Rossa ha di recente votato la fuoriuscita del Comune di Torino dall’Osservatorio, Chiara Appendino è così “obbligata” a fame parte nel suo ruolo di sindaca metropolitana.

 

(foto: il Torinese)