Home » Brevi di cronaca » OSPEDALE UNICO TO5, SAITTA AL LAVORO CON I SINDACI
PRESENTATI I PRIMI RISULTATI DEL GRUPPO TECNICO

OSPEDALE UNICO TO5, SAITTA AL LAVORO CON I SINDACI

di ilTorinese pubblicato venerdì 8 aprile 2016

Entro fine mese l’approfondimento sulla rete del trasporto pubblico nella zona

saitta asl

Positiva riunione oggi all’assessorato alla sanità della Regione Piemonte per esaminare i progressi del gruppo di lavoro tecnico istituito per individuare la destinazione del  futuro ospedale unico dell’ASLTO5. “Ho illustrato ai Sindaci di Carmagnola Silvia Testa, di Chieri Claudio Martano e di Moncalieri Paolo Montagna l’esame dei vincoli presenti sul territorio dell’ASLTO5: il primo atto indispensabile per poter procedere all’individuazione dell’area idonea”: alla riunione erano presenti il Direttore Generale dell’ASLTO5 Massimo Uberti e i funzionari del gruppo tecnico istituito dall’assessore Antonio Saitta.

“Abbiamo volutamente evitato per ora di esaminare le numerose e diverse proposte di candidature che ci sono state avanzate da varie Amministrazioni comunali, per concentrarci prima di tutto sui vincoli esistenti, vincoli di natura idrogeologica, paesaggistica, urbanistica. I tecnici delle Direzioni regionali all’ambiente, lavori pubblici, trasporti, urbanistica, sanità hanno elaborato una meticolosa fotografia del territorio che evidenzia le zone in cui non è possibile ipotizzare la realizzazione del nuovo ospedale. Ora è necessario un approfondimento relativamente al trasporto pubblico su gomma e su rotaia, perché dobbiamo lavorare tenendo presente l’esigenza di garantire la massima accessibilità e la baricentricità del futuro ospedale agli utenti di un vasto bacino geografico, tra l’altro esteso anche nell’astigiano”.

Entro fine aprile Saitta incontrerà nuovamente i sindaci con i tecnici delle Direzioni regionali: “il lavoro di analisi procede spedito, rispettiamo i tempi e voglio che ci sia la massima condivisione del percorso di analisi. I sindaci conoscono le esigenze delle loro popolazioni e conoscono a fondo il territorio con i servizi attuali. Insieme dovremo ragionare su come rimodulare l’offerta del trasporto pubblico locale su gomma alla luce delle scelte sul futuro insediamento dell’importante polo sanitario dell’ASLTO5” conclude l’assessore regionale Saitta.