Home » vetrina8 » Oltre il nome. Storia degli ebrei stranieri deportati dal campo di Borgo San  Dalmazzo
Giovedì 12 Gennaio

Oltre il nome. Storia degli ebrei stranieri deportati dal campo di Borgo San  Dalmazzo

di ilTorinese pubblicato martedì 10 gennaio 2017

ebrei-dalmazzoGiovedì 12 Gennaio, ore 21.00 | Comunità Ebraica – piazzetta Primo Levi 12, Torino, presentazione del libro di Adriana Muncinelli ed Elena Fallo (Le Chateau, Aosta 2016)  “ Oltre il nome. Storia degli ebrei stranieri deportati dal campo di Borgo San  Dalmazzo” con le Autrici e Lucio Monaco . Partecipa il vicepresidente del Consiglio regionale, Nino Boeti. A cura della Comunità Ebraica di Torino e dell’Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza  e della Società Contemporanea “Giorgio Agosti” (Istoreto) . Con il sostegno del Consiglio Regionale del Piemonte – Comitato Resistenza Costituzione. A Borgo San Dalmazzo (CN) il 18 settembre 1943 fu organizzato dai nazisti un campo di  concentramento per ebrei che fu attivo fino al 21 novembre. Da qui furono deportate 357 persone, di cui 334 stranieri, discesi dopo aver valicato le montagne dalla Francia alla Valle  Gesso nei giorni successivi all’8 settembre ’43. Dal 2006 un Memoriale della Deportazione  ricorda i nomi dei deportati a chi passa alla stazione ferroviaria della città. Al termine di una  ricerca durata nove anni, il saggio ricostruisce le vicende individuali e familiari di quegli stranieri a partire dalle loro località di origine, oggi sotto ventitre diversi Stati.