Home » Sport » Nuoto: Finali di Europa Cup femminile
dal 29 al 31 marzo a Torino

Nuoto: Finali di Europa Cup femminile

di ilTorinese pubblicato giovedì 28 marzo 2019

Il mese di marzo a Torino si chiuderà all’insegna dell’acqua, dello sport di altissimo livello e del grande spettacolo. Da venerdì 29 a domenica 31 si svolgeranno in contemporanea la Final Six di Europa Cup di pallanuoto femminile e i Campionati Italiani Assoluti Invernali di tuffi, ospitati rispettivamente dal Palazzo del Nuoto (via Filadelfia 89) e dalla piscina Monumentale (corso Galileo Ferraris 294). A poche decine di metri di distanza, in due degli impianti simbolo del movimento natatorio piemontese, si ritroveranno quindi le migliori nazionali femminili di pallanuoto a livello continentale e i migliori tuffatori in ambito nazionale, per tre giorni di gare – a ingresso gratuito– tutti da seguire.

Europa Cup – Final Six

L’Europa Cup di pallanuoto femminile è giunta all’ultimo atto. Le finali di Torino vedranno in campo le sei migliori nazionali del Vecchio Continente: Italia, Ungheria, Olanda, Russia, Spagna e Grecia, qualificate attraverso due gironi preliminari i cui incontri si sono disputati a partire da novembre. Italia e Russia, prime dei gruppi B e A rispettivamente, sono ammesse di diritto alle semifinali in programma sabato 30 marzo. Le azzurre attendono la vincitrice della partita tra Spagna e Olanda, la Russia sfiderà invece la vincente del match tra Ungheria e Grecia. Entrambi i quarti di finale sono in programma venerdì.

 

Domenica si giocheranno invece le finali per il primo e per il terzo posto, importanti di per sé e perché daranno accesso alle prime tre classificate alle finali di World League, a giugno a Budapest. L’Ungheria è già qualificata all’evento in quanto paese ospitante, di conseguenza un’eventuale passaggio delle magiare nelle semifinali di Torino consegnerebbe automaticamente alle altre tre semifinaliste (e quindi all’Italia) il biglietto per Budapest. La vincitrice della World League staccherà poi il primo pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

 

Il Palazzo del Nuoto torna a respirare l’atmosfera internazionale a circa tre anni dall’ultima volta. Era il 2016 e il Settebello affrontò in World League la Russia, dopo aver ospitato, nelle due stagioni precedenti, Croazia e Germania. Nel maggio del 2017 i riflettori si accesero nuovamente nell’impianto torinese per la Final Six della serie A1 maschile. Mai però, nel recente passato, Torino ha visto all’opera il Setterosa guidato dal CT Fabio Conti, argento olimpico a Rio 2016, che nella prima fase di Europa Cup ha vinto il proprio girone davanti a Ungheria, Olanda e Francia.

 

Le azzurre si sono aggiudicate cinque delle sei partite disputate e hanno perso soltanto l’ultima contro l’Ungheria, il 5 marzo scorso a Szentes con il primo posto nel raggruppamento già in tasca. In preparazione all’appuntamento torinese le azzurre si sono ritrovate in collegiale a partire da giovedì 14 marzo. L’obiettivo è naturalmente ottenere la qualificazione alla fase finale della World League e avvicinare nel migliore dei modi i Mondiali di Gwangju (Corea), dal 12 al 28 luglio. L’evento iridato assegnerà un’altra qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

 

Come detto l’Italia debutterà al Palazzo del Nuoto sabato pomeriggio alle 16.30, nella seconda semifinale della giornata, e affronterà la vincitrice del quarto di finale tra Spagna e Olanda. Sarà in ogni caso una sfida di alto livello; le iberiche hanno conquistato il bronzo agli Europei di Barcellona dell’anno scorso e l’argento ai Mondiali di Budapest del 2017, mentre le olandesi sono campionesse d’Europa in carica e nel 2018 si sono piazzate seconde nella World League alle spalle degli Stati Uniti.

 

A Torino sarà presente la Grecia, argento continentale l’estate scorsa e vincitrice della prima edizione dell’Europa Cup, le cui finali si sono disputate nel marzo 2018 in Spagna. La formazione ellenica sconfisse all’ultimo atto la Russia, bronzo olimpico e mondiale in carica e terza anche nelle ultime due edizioni della World League. Nella stessa competizione l’Italia ha ottenuto tre argenti (nel 2006, nel 2011 e nel 2014) e un bronzo (nel 2004, nella prima edizione del torneo). Nelle finali di Europa Cup del 2018 il Setterosa ha chiuso al quinto posto.

 

Di seguito il programma dettagliato delle finali di Torino. Tutte le partite saranno trasmesse in diretta su Rai Sport+HD.

 

Venerdì 29 marzo – quarti di finale

– ore 15.30 Ungheria-Grecia

– ore 17.00 Spagna-Olanda

 

Sabato 30 marzo – semifinali e finale 5°/6° posto

– ore 13.30 (orario da confermare) finale 5°/6° posto tra le due squadre perdenti dei quarti di finale

– ore 15.00 Russia-vincente (Ungheria-Grecia)

– ore 16.30 Italia-vincente (Spagna-Olanda)

 

Domenica 31 marzo – finali

– ore 15.00 finale 3°/4° posto

– ore 16.30 finale 1°/2° posto

 

A partire da mercoledì 27 marzo – ore 19.00 fino alle 21.00 – e negli altri giorni dalle 8.30 alle 19.00 le squadre delle Nazioni effettueranno le sessioni di riscaldamento. Nei giorni delle partite verrà installato un metal detector all’esterno del Palazzo del Nuoto per controlli agli spettatori che accederanno alle tribune. Non sarà possibile introdurre all’interno dell’impianto bottiglie con capacità superiore a un litro, contenitori in vetro o lattine.

 

Le dichiarazioni dei relatori in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento a questo link

 

Le dichiarazioni di Gianluca Albonico, presidente del comitato regionale FIN Piemonte e Valle d’Aosta

“Torino e il Piemonte si confermano ‘casa’ degli sport acquatici e teatro di importanti eventi sportivi, capaci di unire elevato livello tecnico e grande spettacolo. Per tutti gli appassionati le finali di Europa Cup saranno l’occasione per vedere all’opera le migliori interpreti della pallanuoto femminile a livello continentale, che da Torino partiranno idealmente per il viaggio che potrebbe condurle alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Non saranno da meno gli Assoluti di tuffi, che richiameranno in città i più forti atleti della disciplina in ambito nazionale. La speranza è che anche ammirando le imprese del Setterosa e dei migliori tuffatori azzurri tanti giovani piemontesi decidano di intraprendere una delle due discipline, allargando un movimento – quello della pallanuoto femminile e dei tuffi – già assolutamente presente nella nostra regione e animato dalla volontà di crescere. Desidero quindi ringraziare la Federazione centrale e il presidente Paolo Barelli per la fiducia accordataci nell’organizzare questi importanti eventi sul nostro territorio. Grazie anche all’amministrazione comunale e all’assessore Roberto Finardi per il sostegno assicurato alle iniziative del nostro comitato regionale. Un invito, infine, a tutti gli appassionati di pallanuoto, di tuffi e di sport, affinché trascorrano l’ultimo fine settimana di marzo sulle tribune del Palazzo del Nuoto e della piscina Monumentale di Torino, per assistere dal vivo e a ingresso gratuito a un lungo week end di sport di livello internazionale”.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE