Home » prima pagina » Dopo il referendum trivelle anche per la Torino – Lione. E in Val Susa è subito polemica
IL SINDACO DI RIVALTA: "POTEVANO AVVISARCI". IL COMMISSARIO: "INTERVENTO RISPETTOSO DELL'AMBIENTE"

Dopo il referendum trivelle anche per la Torino – Lione. E in Val Susa è subito polemica

di ilTorinese pubblicato sabato 23 aprile 2016

TUNNEL2Le analisi dl terreno utilizzano  trivelle dell’azienda Euro Geo che ha effettuato in passato lavori analoghi  in bassa Val Susa

Non sono quelle del referendum andato quasi deserto, ma di trivelle pur sempre si tratta. Sono quelle legate all’avvio di sondaggi geognostici legati  ai lavori della Tav nel Torinese. Il sindaco di Rivalta, Mauro Marinari, alla guida  di una lista civica, “Rivalta sostenibile” contraria all’alta velocità, ha comunicato all’agenzia Asca che “sono iniziate le trivellazioni nelle  aree della tratta nazionale, lungo la strada del Dojrone nel territorio di Rivalta Tav, nei giorni scorsi tra Buttigliera e Ferriera”. Il primo cittadino sottolinea:  “Seppure non sono tenuti per legge a una comunicazione preliminare, visto che i proponenti l’opera sbandierano un inesistente corretto rapprto con le amministrazioni interessate, ci saremmo aspettati di ricevere con congruo anticipo un’informazione esauriente”. Le analisi del terreno utilizzano  trivelle dell’azienda Euro Geo che ha effettuato in passato lavori analoghi  in bassa Val Susa. Secondo il commissario di governo per la Torino-Lione, Paolo Foietta, si tratta di “elementi di conoscenza indispensabile per un intervento rispettoso dell’ambiente”.