Home » CULTURA E SPETTACOLI » Non è un altro noioso film francese (Le rayon vert)
dal 1° Maggio al 19 Giugno 2016 all’Alliance française di Torino e ai Bagni Municipali

Non è un altro noioso film francese (Le rayon vert)

di ilTorinese pubblicato venerdì 22 aprile 2016

Rassegna di film, documentari e animazioni francesi su tematiche ambientali. Presso la Casa del Quartiere di San Salvario, in collaborazione con l’Associazione Museo Nazionale del Cinema

FILM ALLIANCE

In seguito al successo delle precedenti edizioni, inizia il 1° Maggio, con una “maratona francese” presso i Bagni Municipali, la nuova rassegna di cinema Non è un altro noioso film francese (Le rayon vert), promossa dall’Alliance française di Torino in collaborazione con Associazione Museo Nazionale del Cinema e proposta al pubblico con proiezioni in lingua originale sottotitolate in italiano a ingresso gratuito. Omaggio al grande film di Éric Rohmer del 1986, il sottotitolo della nuova edizione, Le rayon vert, intende richiamare il taglio “green” di questo ciclo: il cinema francese si tinge di verde e offre punti di vista diversi – da quello documentaristico a quello comico a quello fantastico – su questioni legate a ecologia e sostenibilità, andando a inserirsi in una stagione culturale torinese molto attenta alle tematiche ambientali. Legato a sua volta all’omonimo libro di Jules Verne del 1882, il titolo del film di Rohmer evoca il fenomeno ottico detto “del raggio verde”, visibile talvolta nelle giornate estive quando il sole, al tramonto, crea un sottile strato luminoso verde-azzurro: allo stesso modo, il nuovo ciclo di cinema si propone di introdurre un elemento insolito e leggero, apparentemente alieno, nel panorama del dibattito legato alla sostenibilità ambientale. L’intensa giornata di apertura del 1° Maggio alla Casa del Quartiere, dopo la grigliata festiva in cortile, regala un’immersione nelle ambientazioni fantastiche di quattro brevi film d’animazione selezionati per la capacità di evocare microcosmi immaginifici ispirati alla sostenibilità, trasferendo semplici ma profondi messaggi di rispetto della natura e del mondo animale: Les 4 saisons del Léon: été de Boniface di Pierre-Luc Granjon e Antoine Lanciaux (2011), Cul de bouteille di Jean-Claude Rozec (2010) e le due opere del 1991 di Michel Ocelot: La bergère qui danse e Le prince des joyaux. Adatti a un pubblico giovane, questi film sono suggestivi e ricchi di spunti anche per gli adulti. Alle 18, Vincent n’a pas d’écailles, divertente lungometraggio di Thomas Salvador del 2013, racconta con delicata ironia la storia un uomo che acquista potere straordinari a contatto con l’acqua. La giornata si conclude, alle 21, con la proiezione de La belle vie di Jean Danizot (2012), quello che è stato definito un “western francese contemporaneo” capace di proiettare un profondo sentimento di nostalgia nei paesaggi sconfinati della campagna francese. La rassegna prosegue venerdì 20 maggio alle 18 nelle sale dell’Alliance française di Torino con la proiezione del documentario di Coline Serreau Solutions locales pour un désordre global (2009), che invita a credere nelle alternative di crescita sostenibili nate a livello locale dalle esperienze di contadini, ma anche di economisti e filosofi indipendenti. La proiezione è preceduta, alle 17, dal vernissage della mostra Climat à 360°, realizzata in collaborazione con Fondation Alliance française, Institut Français Italia e Univescience: un percorso fotografico e multimedia tra arte e scienza attorno ai cambiamenti climatici.

Un secondo documentario, Tous au Larzac di Christian Rouaud (2010), selezionato a Cannes nel 2011 e previsto all’Alliance française di Torino venerdì 17 giugno alle 18, ripercorrerà la storia di una rivolta contadina capace di arrestare una tentata espropriazione statale.

 
Si tornerà alle proiezioni domenicali delle 21, precedute da aperitivo, ai Bagni Municipali presso la Casa del Quartiere di San Salvario il 22 Maggio con la commedia di Solveig Anspach Queen of Montreuil (2012) e il 19 Giugno con il celebre Gadjo Dilo di Tony Gatif (1997).

 
PROGRAMMA DELLE PROIEZIONI
Domenica 1 Maggio | Maratona francese
Bagni Municipali presso Casa del Quartiere San Salvario, via Morgari 14
H 15 | Speciale film d’animazione
Les 4 saisons del Léon: été de Boniface di Pierre-Luc Granjon e Antoine Lanciaux (2011),
Cul de bouteille di Jean-Claude Rozec (2010)
La bergère qui danse di Michel Ocelot (1991)
Le prince des joyaux di Michel Ocelot (1991)
H 18 | Vincent n’a pas d’écailles di Thomas Salvador (2013)
H 21 | La belle vie di Jean Danizot (2012)
Le proiezioni sono precedute da una grigliata in cortile alle 13.
Venerdì 20 Maggio
Alliance française di Torino, via Saluzzo 60
H 18 | Solutions locales pour un désordre global di Coline Serreau (2009)
La proiezione è preceduta dall’inaugurazione della mostra “Climat à 360°” alle 17.
Domenica 22 Maggio
Bagni Municipali presso Casa del Quartiere San Salvario, via Morgari 14
H 21 | Queen of Montreuil di Solveig Anspach (2012)
La proiezione è preceduta da un aperitivo a tema.
Venerdì 17 Giugno
Alliance française di Torino, via Saluzzo 60
H 18 | Tous au Larzac, di Christian Rouaud (2010)
Domenica 19 Giugno
Bagni Municipali presso Casa del Quartiere San Salvario, via Morgari 14
H 21| Gadjo Dilo di Tony Gatif (1997).
La proiezione è preceduta da un aperitivo a tema.
Tutti i film sono proposti in lingua originale con sottotitoli in italiano. Le proiezioni sono a ingresso libero fino a esaurimento posti. L’iniziativa è promossa in collaborazione con Associazione Museo Nazionale del Cinema, Bagni Municipali e Casa del Quartiere di San Salvario. I film sono visibili grazie a Institut français Cinéma. Sono disponibili immagini su richiesta.