Home » LIFESTYLE » Nel laboratorio atelier di Stefania Mairano nascono le ceramiche gioiello
Laboratorio-atelier in via Amedeo Peyron 50

Nel laboratorio atelier di Stefania Mairano nascono le ceramiche gioiello

di ilTorinese pubblicato venerdì 9 dicembre 2016

mairano4Stefania Mairano ha fatto di una passione, quella per l’arte e in particolare per la ceramica, il fil rouge della sua nuova vita, dopo un passato ventennale da impiegata amministrativa. In realtà l’arte l’ha sempre incuriosita, tanto da condurla a prendere lezioni presso l’atelier dell’artista e ceramista Daniela Savio, di cui aveva potuto apprezzare le opere esposte al Lingotto, alla mostra sulle eccellenze artigiane, nel 2011. Nel dicembre 2015, esattamente un anno fa, Stefania ha aperto il laboratorio-atelier in via Amedeo Peyron 50, nel cuore di Cit Turin, dove vedono la luce le sue creazioni artistiche in ceramica, dalle collane luminose e colorate alle spille, dagli anelli agli orecchini, ai complementi d’arredo come vasi e lampade da tavolo. La tecnica di cottura che Stefania mairano1Mairano adotta è detta “raku”, le cui lontane origini provengono dalla terra dell’Impero del Sol Levante e solo recentemente introdotta in Occidente. Nel corso del procedimento l’oggetto è estratto incandescente dal forno, consentendo di ottenere un effetto decorativo con riflessi metallici e cavillatura. La paper clay si ottiene, invece, con la sospensione della carta di argilla. Un altro materiale utilizzato dalla ceramista è la terra refrattaria, accanto alla smalto, ricoperto con uno strato di terra. Stefania Mairano ha partecipato  alla Mostra della mairano2Ceramica di Castellamonte, giunta alla sua 56esima edizione, e ospitata a Palazzo Botton in piazza Marconi. Quest’anno è stata riproposta, per la sesta edizione consecutiva, anche la Mostra del gioiello ceramico, nell’ambito della quale la nostra ceramista ha esposto alcune delle sue creazioni. Un altro appuntamento che la ceramista ha avuto con il pubblico torinese è stato quello in occasione dell’esposizione di alcuni suoi pezzi presso la galleria d’arte Paola Meliga, in via Maria Vittoria 46/d, a Torino.

mairano3

La gallerista ha ampliato il suo interesse dalla fotografia a altre forme espressive, come lavori artistici artigianali, il bijoux vintage e la gioielleria scultura.Tra i complementi d’arredo creati da Stefania Mairano risultano molto originali le lampade a cuffia con fiori e tra i gioielli le collane sonore in ceramica, realizzate in doppia cottura e montate su nastro e panno Lenci. Per Natale la ceramista ha realizzato diverse creazioni in spirito natalizio, quali gnomi e spille a forma di albero natalizio.

Mara Martellotta