Home » prima pagina » Nel faccia a faccia televisivo i due candidati si buttano a destra per recuperare i delusi
E' stato un ripasso dei temi - triti e ritriti - di questi lunghi mesi di campagna elettorale. Gli sfidanti erano sicuri e preparati

Nel faccia a faccia televisivo i due candidati si buttano a destra per recuperare i delusi

di ilTorinese pubblicato sabato 11 giugno 2016

fassino appendino skyAlla fine gli strateghi della campagna elettorale di Piero Fassino e Chiara Appendino devono averla pensata allo stesso modo: bisogna cercare di recuperare i voti degli elettori di destra , i grandi delusi di questa tornata elettorale. E così, appendino3al confronto televisivo delle 21 di ieri, in diretta dal Lingotto su Sky tg 24fassino sky, i due candidati hanno fatto la gara a chi sgombrerà meglio e di più i campi rom o metterà più vigili urbani a presidiare le vie di Torino. Nessun colpo di scena nel faccia a faccia televisivo (che si sarebbe dovuto tenere in piazza San Carlo ma si dice sia saltata l’ipotesi per la contrarietà di Fassino) fassino appendino sky2ma tanti i temi concreti affrontati. Entrambi i contendenti si sono dimostrati preparati. Tempi contingentati, dibattito serrato e sereno. Sullo sfondo una veduta panoramica di Torino con la Mole illuminata. Lei propone un patto per le periferie e lui uno per il lavoro;  lei dice che edificare senza un piano preciso non ha senso e lui che la Tav e nuovi cantieri creano sviluppo. Poi l’immigrazione, i giovani disoccupati, l’innovazione, la povertà,  la movida, l’eredità olimpica e la nuova “industria” del turismo e della cultura. E’ stato un ripasso dei temi – triti e ritriti – di questi lunghi mesi di campagna elettorale. Oggi si riparte tra mercati e giri nelle periferie per una lotta all’ultima stretta di mano.