Home » prima pagina » Sotto l’albero si fanno più acquisti ma se ne va in tasse il 60% della tredicesima
Nell'ultimo weekend che ha preceduto il Natale i negozi sono stati letteralmente presi d'assalto e gli scontrini emessi sono aumentati

Sotto l’albero si fanno più acquisti ma se ne va in tasse il 60% della tredicesima

di ilTorinese pubblicato lunedì 21 dicembre 2015

LUCI PERNA SANCARLO2Primi segnali positivi, ma dopo sette anni di crisi il ritorno alla normalità è ancora lontano

 

fuochi stellaAscom e Confesercenti danno i numeri. nel senso che rendono note le stime fatte sulle spese natalizie dei torinesi. Secondo Confesercenti, in base a un sondaggio condotto  tra 600 famiglie e commercianti sarebbe prevista una spesa media di 260 euro per i regali. Un terzo dei torinesi il 32,3% dice che spenderà una cifra superiore al natale  2014. La fanno da padroni i regali per i bimbi:62,8%. Resta stabile l’abbigliamento (25,3%), in leggero calo i viaggi. Significativa crescita di un +10/15% nell’alimentare. La nota dolente? Oltre il 60% della tredicesima sarà bruciato dalle spese per casa , mutui e affitti.

 

Secondo l’Ascom, invece, sarà compresa tra i 170 e i 200 euro la spesa media per famiglia per lo shopping delle festività di fine anno. La presidente dell’associazione Maria Luisa Coppa – scrive l’Ansa –  invita alla prudenza: “è d’obbligo nonostante i primi segnali positivi, dopo sette anni di crisi, il ritorno alla normalità è ancora lontano”. Si calcola un +5% di  prenotazioni nei ristoranti per le cene di Natale e di Capodanno. Nell’ultimo weekend che ha preceduto il Natale i negozi sono stati letteralmente presi d’assalto e gli scontrini emessi sono aumentati.

 

(Foto: il Torinese)