Home » TRIBUNA » MPP: “No ai tagli delle poste nei comuni rurali, collinari e montani”
PER IL MANTENIMENTO DEL SERVIZIO POSTALE

MPP: “No ai tagli delle poste nei comuni rurali, collinari e montani”

di ilTorinese pubblicato lunedì 9 marzo 2015

poste italiane

Il Comune di Casorzo e l’Unione dei ColliDiVini accolgono all’unanimità due mozione di Zatti e Iaretti

 

Il Movimento Progetto Piemonte si schiera nettamente contro la chiusura o la limitazione di orario degli uffici postali nei comuni rurali, collinari e montani. E, forte  dell’accoglimento all’unanimità di una mozione in questo senso nell’Unione della Valcerrina, ha presentato analoghi documenti a Casorzo, a firma di Marco Zatti e nel Consiglio dell’Unione dei Colli DiVini, a firma di Fabrizio Iaretti. Nelle mozioni si chiede l’apertura di un tavolo istituzionale di confronto con Poste Italiane Spa e, comunque, una moratoria per almeno cinque anni per qualsiasi riduzione del servizio, sotto qualunque forma. Inoltre viene chiesto a Poste Italiane Spa di pronunciarsi per un principio importante, quello dell’invarianza della presenza degli uffici postali in caso di ampliamento della sfera delle gestioni associate delle funzioni amministrative e di governo del territorio dei comuni.

 

In entrambi i casi le mozioni sono state approvate all’unanimità. “Lo spirito della nostra proposta – spiegano Marco Zatti e Fabrizio Iaretti – è stato pienamente colto sia in seno al consiglio comunale di Casorzo, sia in quello dell’Unione dei Comuni dei Colli DiVini. L’auspicio è che questa impostazione possa venire proseguita anche da altri Comuni e da altre Unioni di Comuni della Provincia di Asti e non solo in modo da fare sentire in modo chiaro e forte la voce dei piccoli e dei piccolissimi comuni che, altrimenti, con la chiusura o la diminuione dei servizio postale, da parte di una società che è in utile, oltre a riuscire incomprensibile, andrebbe a creare notevoli disagi, soprattutto tra le fasce di popolazione più anziana”.

 

Le amministrazioni che fossero interessate a fare proprio il documento possono richiederlo telefonando al 349 – 8773769 o via posta elettronica a portavoce@progettopiemonte.it

 

 

                                                                 

Massimo Iaretti

Presidente e Portavoce Movimento Progetto Piemonte                                                                       

 

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE