Home » ECONOMIA E SOCIALE » MONTAGNA, RUFFINO: REGIONE INTERVENGA PER GESTIRE L’EMERGENZA LUPI 
DAL CONSIGLIO REGIONALE

MONTAGNA, RUFFINO: REGIONE INTERVENGA PER GESTIRE L’EMERGENZA LUPI 

di ilTorinese pubblicato giovedì 18 febbraio 2016

Si moltiplicano i casi di pastori e margari che, in numero crescente, minacciano di lasciare gli alpeggi

lupo

“La Regione intervenga per frenare l’emergenza lupi che sempre più frequentemente colpisce il mondo rurale e montano delle nostre vallate”. A domandarlo in una interrogazione discussa oggi dal Vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, Daniela Ruffino.

Continua l’esponente regionale di Forza Italia: “Si moltiplicano i casi di pastori e margari che, in numero crescente, minacciano di lasciare gli alpeggi e di abbandonare la pratica della monticazione. E’ facile comprendere gli effetti devastanti che deriverebbero dalla scomparsa di queste attività: si perderebbero presidi di biodiversità agroalimentare e la tenuta idrogeologica dei terreni che solitamente viene favorita grazie alle attività di pascolamento. Proprio per tale ragione è centrale l’intervento della Regione che sull’argomento ho sollecitato”.ruffino daniela

Conclude Ruffino: “Sicuramente risulta essere insufficiente la misura prevista dal Piano Regionale Interventi per risarcimenti da canidi. Ci sono è vero 287mila euro di fondi regionali stanziati ma in regime di de minimis e quindi è facile che il plafond non sia sufficiente a garantire il risarcimento pieno del danno visto che spesso gli operatori del settore accedono anche ad altre contribuzioni e sostegni che fanno raggiungere il limite velocemente. Attendo invece di comprendere le due misure che l’assessore all’Agricoltura ha annunciato essere contenute nel PSR. Verranno messe a bando a metà del 2016 e la prima, prevede contributi per l’acquisto di accorgimenti tecnici o per il pagamento di personale al fine di vigilare sui capi di bestiame, la seconda è una misura a superficie dei lotti coinvolti. Vigilerò sull’applicazione di questi due interventi che confido non tarderanno ad essere aperti”.