Home » Cosa succede in città » Il mondo dei fumetti sotto l’albero di Natale
COMICS CHRISTMAS COSPLAY DAY

Il mondo dei fumetti sotto l’albero di Natale

di ilTorinese pubblicato martedì 16 dicembre 2014

comics

Uno dei padiglioni del Lingotto si è riempito di personaggi simpatici e colorati, alcuni con costumi riusciti, altri meno, ma tutti uniti da un’unica grande passione e dalla voglia di divertirsi

 

Ha festeggiato quest’anno il suo ventesimo compleanno Torino Comics, la manifestazione dedicata al mondo dei fumetti e dei cosplay che ogni primavera richiama appassionati del genere presso i padiglioni di Lingotto Fiere.

 

Per festeggiare degnamente questo traguardo e per addolcire l’attesa della prossima edizione, che si terrà il 17, 18 e 19 aprile 2015, domenica si è tenuto per la prima volta il Comics Christmas Cosplay Day: dalle 10.00 alle 19.00 uno dei padiglioni del Lingotto si è riempito di personaggi simpatici e colorati, alcuni con costumi riusciti, altri meno, ma tutti uniti da un’unica grande passione e dalla voglia di divertirsi.

 

Presenti anche banchetti per la vendita di articoli a tema, stand per rifocillarsi, maestri del disegno fumettistico all’opera, modellisti ed un’area ospitante consolle per cimentarsi in vecchi e nuovi capolavori della storia dei videogames, con il caro pac man affiancato ad uno dei nuovi giochi usciti per playstation 4. Come sottofondo musicale canzoni dei cartoni animati (impossibile non canticchiarne nostalgici almeno una), riproposte anche live dal gruppo de I Mostriciattoli. Momento clou della giornata la sfilata dei cosplayer e la premiazione dei costumi migliori.

 

Un piccolo assaggio del prossimo Torino Comics, penalizzato però purtroppo dallo scarso spazio disponibile: meno di un padiglione contro i due solitamente ospitanti la manifestazione ‘madre’. Per questo c’è chi teme che, nonostante l’affluenza, il Comics Christmas Cosplay Day possa danneggiare l’evento di aprile, scoraggiando quanti, recatisi ieri per la prima volta ad una manifestazione del genere, sono stati un po’ delusi dalle ridotte dimensioni del tutto a fronte di una spesa per il biglietto di ingresso di 9 euro.

 

Alla manifestazione di primavera, dunque, il compito di far innamorare del mondo dei fumetti quanti sono ancora indecisi.

 

Chiara Mandich

Maria Ferreri