Home » prima pagina » Mirafiori: cassa che va, cassa che viene. Servono nuovi investimenti per il futuro
Sugli ammortizzatori sociali la realtà è contraddittoria: ai miglioramenti si alternano situazioni preoccupanti

Mirafiori: cassa che va, cassa che viene. Servono nuovi investimenti per il futuro

di ilTorinese pubblicato giovedì 9 febbraio 2017

MIRAFIORI FACCIATADopo quattro anni per i 700 lavoratori delle Presse dello stabilimento Fca di Mirafiori il  prossimo 20 febbraio finirà  la cassa integrazione straordinaria. Lo rende noto la Fismic, che sottolinea come “Si avvicina sempre di più l’auspicata fine dell’utilizzo degli ammortizzatori sociali in Fca e in particolare nel complesso di Mirafiori che sta tornando al ruolo che gli compete di protagonista dell’innovazione tecnologica e organizzativa del settore manifatturiero italiano”. Ma giunge anche la notizia che  la Fiom ha comunicato ai propri 500x fiatiscritti un nuova cassa integrazione ordinaria che interesserà Mirafiori dal 6 marzo al 9 aprile 2017. E ‘ il terzo mese consecutivo in cui viene programmata la cassa integrazione, cosa che non avveniva dal 2014. I sindacati avevano festeggiato per i quattro  giorni consecutivi di lavoro dovuti alla crescita delle ordinazioni di Alfa Romeo MiTo , ma ora dicono che la situazione è contraddittoria: ai miglioramenti si alternano situazioni  preoccupanti. Sono dunque indispensabili  investimenti e la produzione di un nuovo veicolo a Mirafiori. potrebbe essere il  Suv full size di Alfa Romeo a partire dal 2018.

 

(foto: il Torinese)