Home » Brevi di cronaca » Mirafiori- Barcellona la catena non funziona
L'eventuale ricomposizione e mediazione tra Madrid e Barcellona avverrà ' con le armi della politica e non della violenza

Mirafiori- Barcellona la catena non funziona

di ilTorinese pubblicato martedì 3 ottobre 2017
STORIE DI CITTA’ di Patrizio Tosetto
Non so se la Storia si ripete o è una spirale. Riflettevo  su quello che è avvenuto a Torino e Barcellona. Mi sono ricordato di uno slogan metà anni 70: Mirafiori Barcellona la catena non funziona.  La Fiat era proprietaria della Seat e Comision Obresas erano contro la dittatura e il Franchismo. La Catalogna da decenni collegava autonomia ed antifascismo.  Ora fa specie sentire i leghisti ascrivere alla propria forza politica il successo di votanti per ii buon esito  del referendum.
Come fa “senso” sentire chi sostiene il diritto di dissentire contro il G7 dei padroni. Entrambi hanno un elemento comune: sono infondati. Il problema a Torino non è stato il dissenso.  E’ stata la violenza, e a Barcellona chi ha ingiustamente utilizzato la violenza è stata la Guardia Civil…appunto di triste memoria franchista. Cosa che del resto è stata inutile e dannosa e non ha impedito al referendum di svolgersi. L’eventuale ricomposizione e mediazione tra Madrid e Barcellona avverrà  con le armi della politica e non della violenza.  Ricomposizione magari difficile ma non impossibile. Ciò che è stato impossibile e sarà impossibile con i violenti proprio perché violenti. Visto che loro vogliono semplicemente abbattere lo Stato.E allora qualcuno ha spiegato al vicesindaco Montanari e ai 4 consiglieri pentastellati, che essendo rappresentanti dello Stato non possono fare quello che vogliono? Posso pensare e dissentire ma partecipando a cortei con violenti alla testa  sono di fatto corresponsabili delle violenze.Chi picchia poliziotti deve essere arrestato. Chi giustifica la violenza deve essere stigmatizzato. il dissenso e la contestazione sono solo un pretesto. Avete visto che i Manifestanti di Barcellona affrontavano la Guardia Civil con i fiori.  E appunto le cariche e l’ irruzione nei seggi non hanno impedito il referendum. Concludo con una nota amara. Sono più ottimista per la Catalogna e la Spagna che per  gli attuali ” sinistrorsi” nostrani: capiscono le stupidaggini politiche che continuano imperterriti a compiere?.