Home » ECONOMIA E SOCIALE » MinD Mad in Design, ecco il workshop
Nuovi sbocchi professionali

MinD Mad in Design, ecco il workshop

di ilTorinese pubblicato giovedì 19 gennaio 2017

mindMinD Mad in Design è un workshop, rivolto agli studenti universitari, sul progetto dell’abitare per il disagio mentale. Un tema di stringente attualità che necessità oggi di un approccio olistico e apre all’individuazione di nuovi sbocchi professionali per architetti, designer, educatori, psicologi, antropologi, tecnici della riabilitazione psichiatrica e discipline affini.

 

Il workshop si svolge a Torino dal 9 al 13 marzo 2017, all’interno del Collegio Universitario di Merito Camplus Lingotto e prevede la costituzione di più team di lavoro formati da studenti (Architettura, Design, Psicologia, Scienze della Formazione, Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica) e pazienti psichiatrici, guidati da professionisti nel ruolo di project leader, affiancati da educatori professionali.

 

L’ambito di intervento con cui     MinD      si confronta sono i luoghi dell’abitare di persone portatrici di patologie psichiche e disagio, gruppi appartamento e comunità alloggio, ma anche spazi di vita temporanei, spazi legati ai luoghi del lavoro, alla scuola, alle strutture che quotidianamente o per delle circostanze temporanee dobbiamo utilizzare e condividere con altri. Luoghi arredati con oggetti spesso insicuri e inadatti a soddisfare i requisiti minimi di benessere delle persone. Il rapporto tra il benessere della persona e lo spazio progettato è il tema al centro dell’azione di progetto. A partire da uno scenario dato, in un contesto di inclusione sociale, obiettivo dei team di lavoro sarà studiare nuove soluzioni per un abitare socialmente inclusivo nel rispetto della normativa vigente, attraverso l’individuazione delle dinamiche relazionali e delle esigenze e i bisogni di una società allargata.

 

Partecipare a     MinD      significa calarsi in un’esperienza di formazione fortemente inclusiva e interdisciplinare, e impegnarsi in prima linea, mettendo in gioco le proprie competenze e abilità, nel superamento delle barriere del pregiudizio e dell’indifferenza nei confronti delle persone fragili. Partecipare a      MinD     significa relazionarsi direttamente con una parte della società emarginata, in una dimensione di scambio e ascolto reciproco, e offrire la propria professionalità per studiare nuove soluzioni per la costruzione di una società più aperta e paritaria.

 

***

Per partecipare inviare una lettera di motivazione, un breve cv e portfolio lavori di max 5MB (per gli studenti di Architettura e Design) a madindesign@camplus.it (oggetto: partecipazione call MinD) entro il 5 febbraio 2017, ore 12.00. Per informazioni visitare il sito

www.madindesign.com e scrivere a madindesign@camplus.it