Home » prima pagina » Mille delizie in centro città, ecco la via tutta torinese per dire “no” alla paura
Le vetrine iniziano ad addobbarsi e si riempiono di idee regalo per tutte le tasche

Mille delizie in centro città, ecco la via tutta torinese per dire “no” alla paura

di ilTorinese pubblicato lunedì 23 novembre 2015

cioccolato'1

“Cosa dovremmo fare, barricarci forse in casa e rinunciare ad una serata al ristorante con amici, alla partita della squadra del cuore o al concerto del nostro cantante preferito? No, grazie. Certo, paura ne abbiamo, ma…”

 

Nonostante il clima di tensione che si respira in tutta Europa a causa dei recenti attentati terroristici, Torino ha deciso di continuare a vivere. “Cosa dovremmo fare, barricarci forse in casa e rinunciare ad una serata al ristorante con amici, alla partita della squadra del cuore o al concerto del nostro cantante preferito? No, grazie. Certo, paura ne abbiamo, ma…”, dice qualcuno.

 

E, in effetti, le strade del centro sono affollate di gente che già si gode l’atmosfera natalizia, sotto le Luci d’Artista che, come di consueto, fanno brillare le vie dello shopping. Le vetrine iniziano ad addobbarsi e si riempiono di idee regalo per tutte le tasche, ma in questi giorni sono soprattutto altre le mete dei torinesi: eventi gratuiti, per lo più enogastronomici, ma non solo. Annidata in via Accademia delle Scienze 11, proprio di fronte al Museo Egizio, la piccola mostra di presepi negli scrigni ad opera dell’artista Sandra Coluccia Berkol (mostra conclusasi nella giornata di ieri) ha catapultato adulti e bambini all’interno della magica atmosfera della Natività, tra classicismo e rivisitazioni in chiave più moderna e attuale della stessa. Molto suggestivo il gioco di luci che è stato creato all’interno di ogni singolo scrigno, dal più grande al più piccino.

 

Si sono conclusi ieri anche altri due appuntamenti, stavolta dedicati ai più golosi.“Una Mole di panettoni”, evento della durata di due giorni (21 e 22 novembre) ormai giunto alla sua 4° edizione, ha avuto per cornice le sale dell’Hotel Principi di Piemonte di via Gobetti 15. Ospite d’onore il dolce tipico delle feste in tutte le sue declinazioni, dalle più classiche alle più insolite. 39 dei migliori pasticcieri, in rappresentanza di tutte le regioni d’Italia, hanno venduto le loro creazioni ad un prezzo speciale, e hanno dato la possibilità di assaggiarle a quanti lo desideravano.

 

In Piazza Solferino, invece, chiude i battenti il mercatino italo-tedesco. Sebbene fossero fortemente preponderanti le bancarelle dedicate all’Italia e ai suoi prodotti tipici, dai formaggi toscani ai dolci siciliani, passando per i sapori della Sardegna e quelli “di confine” del Sud Tirolo, era possibile scovare qualche “chicca” d’oltralpe, come le birre prodotte dallo Riegele,  uno stabilimento fondato intorno al 1380 vicino Monaco di Baviera. Poco spazio dedicato invece all’oggettistica e alle idee regalo: speriamo si ponga rimedio l’anno prossimo, se questo fortunato “gemellaggio” tra Torino e la Germania dovesse continuare.

 

Per quanti non hanno potuto deliziare il palato in queste occasioni, ricordiamo che fino al 29 novembre, in Piazza San Carlo e lungo il primo tratto di Via Roma, si terrà l’ormai consueto appuntamento con Cioccolatò, kermesse dedicata al cibo degli dei in tutte le sue forme. In vendita tavolette di cioccolata declinate in mille gusti, liquori, bevande calde (molto carina e particolare la cioccolata in bicchiere servita “a strati”, dal fondente al cioccolato bianco), praline di tutti i sapori e i colori…

 

Rispetto agli altri anni, forse, le bancarelle sono in numero minore e meno originali, anche se, come al solito, è possibile scovare qualche curiosità: carte “da choco”, pile, pizze, kebab, palle per l’albero di natale…naturalmente tutto di cioccolata. E cosa c’è di più dolce, per avvicinarsi alle Feste e dimenticare per un po’ la paura, di una passeggiata in una delle piazze più belle di Torino, inebriati dal profumo del cioccolato e illuminati dalle luci colorate dei lampioni…?

 

 (Foto: il Torinese)

Chiara Mandich

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE