Home » TRIBUNA » Il migliore antifurto è il tuo vicino
deterrenza e prevenzione

Il migliore antifurto è il tuo vicino

di ilTorinese pubblicato lunedì 7 dicembre 2015

vicinato iarVenerdì 11 dicembre alle  ore 21 – Sala Oratorio San Germano di Casale

 

Venerdì 11 dicembre, alle ore 21, a San Germano, frazione di Casale recentemente teatro di furti e tentativi di furto, si parla di Controllo del Vicinato. L’incontro, a cura dell’Associazione Controllo del Vicinato, su sollecitazione di alcuni cittadini, si svolge alle ore 21 nella Sala Oratorio. Ma che cos’è il Controllo del Vicinato, abbreviato CDV ?

 

Si tratta di un sistema di deterrenza e prevenzione per la microcriminalità di origine anglo – sassone, da attuarsi in stretto contatto e collaborazione con le forze dell’ordine e le istituzioni, basato soprattutto sulla solidarietà tra i cittadini, sul notare fatti o persone insolite nella zona, sul dialogo con le forze dell’ordine ed è agli antipodi delle cosiddette “ronde” che prevedono un intervento attivo. A Casale, sin dal 2012, si erano svolto degli incontri sull’argomento promossi dall’allora amministrazione Demezzi, su impulso della Consulta comunale per la sicurezza presieduta da Attilio Ricaldone e dell’assessore alla sicurezza urbana Federico Riboldi. Negli anni scorsi si è sviluppato soprattutto il Lombardia ed in Veneto, ma in periodi più recenti anche in Toscana, Umbria, Lazio, Emilia Romagna. In Piemonte, dopo l’esperienza casalese,  è approdato nel 2013, ancora in Monferrato, a Casorzo in Provincia di Asti. Negli ultimi mesi  ha avuto un notevole sviluppo con l’adozione da parte delle municipalità di San Mauro Torinese e la costituzione di un gruppo di volontari a Riva di Pinerolo (nella città metropolitana di Torino), Scurzolengo,  Calosso, Moransengo (Asti), Ponzano Monferrato, Villamiroglio ed Unione dei comuni della Valcerrina, Rivarone (Alessandria) e Guarene e Ceresole d’Alba (Cuneo) ma, sottolinea Massimo Iaretti, referente regionale dell’Associazione Controllo del Vicinato  “sta avendo uno sviluppo importante nel Comune di Asti, primo capoluogo in Piemonte ad adottarlo ufficialmente con una delibera della giunta Brignolo”.

 

Relatori della serata saranno lo stesso Iaretti, che è impegnato da mesi in appuntamenti simili in tutto il Piemonte e Giorgio Demezzi, consigliere comunale ed autore, sin dallo scorso mese di maggio, di una mozione che chiede al Comune di Casale di attivarsi nell’applicazione e nel sostegno del Controllo del Vicinato, con un impegno finanziario che è praticamente a zero costi. “Abbiamo raccolto il grido di dolore dei cittadini di San Germano – dice Demezzi – sappiamo che ci attende molto lavoro ma dobbiamo impegnarci tutti insieme per fare crescere questo realtà portatrice di un progetto dalle enormi potenzialità per il bene comune della cittadinanza, a deterrenza della microcriminalità ed a rafforzamento della coesione sociale nei tessuti sia urbani che rurali, essendo sempre disponibili a spiegare il progetto, sia all’Ente Locale che ai cittadini, in modo che abbia la massima diffusione,  sempre a supporto dell’attività delle forze dell’ordine, che è unica ed insostituibile”

 

Massimo Iaretti

Referente Piemonte

Associazione Controllo del Vicinato