Home » ECONOMIA E SOCIALE » Marino: “Ottima l’attenzione sull’educazione finanziaria”
In Senato lavori ad uno stato avanzato

Marino: “Ottima l’attenzione sull’educazione finanziaria”

di ilTorinese pubblicato martedì 14 giugno 2016

marino mauro“È apprezzabile l’iniziativa seminariale promossa alla Camera dal Presidente della VI Commissione Maurizio Bernardo sull’educazione finanziaria, tema su cui il Senato sta lavorando da mesi. Lo afferma il Presidente della Commissione Finanze e tesoro del Senato, Mauro Maria Marino (Pd), che prosegue: “l’educazione finanziaria è strategica per una tutela effettiva dei risparmiatori, viepiù a fronte di ciò che abbiamo visto accadere negli ultimi tempi, come sottolineato anche da Ignazio Angeloni, membro del Consiglio di Vigilanza Europea BCE e dalla Presidente dell’Organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unico dei Consulenti Finanziari Carla Rabitti Bedogni, soggetti auditi, tra gli altri, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul sistema bancario, svolta nella nostra Commissione. Il Presidente Marino continua: “Occorre essere consapevoli che siamo innanzi ad una materia molto delicata, che va affrontata definendo con esattezza l’ambito operativo dell’educazione finanziaria e fornendo al cittadino un insieme di capacità e competenze che gli permetta, nell’arco della sua vita economica e sociale, di divenire agente economico consapevole e rispettoso delle regole del vivere civile, grazie allo sviluppo dei processi cognitivi e degli aspetti emotivi e psicologici che influiscono sulle scelte economiche, al fine di contribuire al benessere economico individuale, nonché al benessere sociale. Normative troppo generaliste o parziali – prosegue Marino – rischiano di creare ulteriore confusione. Dopo il ciclo di audizioni in Commissione Istruzione e beni culturali del Senato – conclude Marino – nella quale è stato incardinato il ddl sul tema a mia prima firma, e che ha visto un rinnovato e approfondito confronto tra esponenti del mondo del Credito, della Formazione e delle Associazioni di categoria, auspico in un rapido approdo in Aula di un testo che possa condurre, con la sua approvazione, ad un’organica riorganizzazione della materia”.