Home » prima pagina » La lunga notte dell’arte risveglia Torino
MUSEI E GALLERIE APERTI IN NOTTURNA. E SUL TRAM STORICO IL VIAGGIO TRA LE LUCI D'ARTISTA

La lunga notte dell’arte risveglia Torino

di ilTorinese pubblicato sabato 8 novembre 2014

artissima 2artista luci1donne mostraProseguono  Paratissima,  a Torino Esposizioni, incentrata sulla creatività giovanile e The Others, nelle ex carceri Le Nuove e ovviamente Artissima – con decine di appuntamenti/eventi – all’Oval del Lingotto

 

E’ in arrivo la lunga  Notte dell’Arte Contemporanea. A partire da questa sera tutti i musei e  le gallerie d’arte torinesi restaranno aperti fino a domani. Ad incominciare dalla Gam con le mostre di  Lichtenstein e Cecily Brown, fino al Museo nazionale del Cinema e alla Fondazione Sandretto. E’ previsto acnhe un viaggio tra luci d’artista a bordo del  tram speciale del 1959. La notte dell’Arte è il momento clou di questo inizio novembre in cui Torino diventa capitale di Contemporary art.

 

Resterà aperta anche la contestatissima mostra  «Shit & Die» curata da Maurizio Cattelan a Palazzo Cavour, così come la suggestiva  mostra  sull’Avanguardia russa a Palazzo Chiablese. I più curiosi potranno recarsi a conoscere il nuovo museo Ettore Fico all’ex Incet di via Cigna, che ospita pure le mostre di Alis/Filliol Zogo e di Alessandro Bulgini. Aperte anche tutte le gallerie d’arte dalla elegante via della Rocca fino a Barriera di Milano.

 

Proseguono  Paratissima,  a Torino Esposizioni, incentrata sulla creatività giovanile e The Others, nelle ex carceri Le Nuove e ovviamente Artissima – con decine di appuntamenti/eventi – all’Oval. Questa sera, alle ex manifatture tabacchi apre anche Photissima Art Fair. Tra i progetti di Contemporary, da sottolineare anche gli appuntamenti legati al gemellaggio “Torino incontra Berlino tra cui, il 9 novembre al Teatro Regio la serata musicale “Nove novembre -1989 Berlino: il suono dei muri che cadono”.  Il  Castello di Rivoli fino al 15 febbraio ppropone 2015 Sophie Calle.MadRe e “Intenzione Manifesta. Il Disegno in tutte le sue forme”. E ancora: la Pinacoteca Agnelli fino al 22 febbraio presenta Martino Gamper. design is a state of mind”, Palazzo Madama la mostra fotografica di National Geographic “Women of Vision”.

 

C’è da augurasri il tutto esaurito anche per ristoranti, bar e hotel.