Home » POLITICA » Luca Cassiani (Pd): “E’ forte la preoccupazione per le addette al servizio mensa”
Interrogazione a risposta immediata sul futuro delle lavoratrici delle mense scolastiche di Torino

Luca Cassiani (Pd): “E’ forte la preoccupazione per le addette al servizio mensa”

di ilTorinese pubblicato martedì 5 giugno 2018

“Nei giorni scorsi, è stato finalmente assegnato il servizio di ristorazione delle mense scolastiche di Torino ed è stata scelta la linea del risparmio, affidando i lotti ad aziende che hanno abbattuto i costi, proponendo pasti ad un prezzo irrisorio compreso tra i 3,90 e i 4 euro. Mi chiedo quale potrà essere la qualità di questi pasti, frutto di una gara al massimo ribasso e se questa scelta non finirà per incentivare, ulteriormente, la fuga delle famiglie dalle mense scolastiche a favore del “panino da casa”” ha spiegato il Consigliere regionale del Gruppo Pd Luca Cassiani.

“Accanto alle apprensioni per le ricadute qualitative del nuovo servizio – ha proseguito il Consigliere Cassiani – è molto forte la preoccupazione per il futuro delle lavoratrici del servizio mensa dal momento che, pur garantendo il capitolato di gara la piena occupazione a tutte le addette, tuttavia questa potrebbe non avvenire alle stesse condizioni economiche e non rispettare i medesimi orari di lavoro”.

“Ho presentato, pertanto – ha affermato Luca Cassiani – un’interrogazione a risposta immediata in Consiglio regionale al fine di sapere dall’Assessore al Lavoro Gianna Pentenero come intenda attivarsi, per quanto di sua competenza, affinchè sia pienamente garantito il futuro occupazionale delle lavoratrici addette al servizio di ristorazione scolastica della città di Torino, nel pieno rispetto delle attuali condizioni orarie ed economiche”.

“Rispondendo all’interrogazione – ha concluso Cassiani – l’Assessore Pentenero, pur precisando che “l’Assessorato regionale al Lavoro non ha competenza diretta in materia di gestione degli appalti della Città di Torino, né titolo ad intervenire sull’organizzazione del lavoro dell’impresa subentrante”, si è resa disponibile “qualora ce ne fosse necessità, a convocare un incontro per affrontare il tema e supportare le parti nella ricerca di ogni possibile soluzione””