Home » prima pagina » Lotta al terrorismo e giustizia lumaca in primo piano all’inaugurazione dell’anno giudiziario
MADDALENA: "PER SCONFIGGERE I TERRORISTI ISLAMICI BISOGNA AMPLIARE I POTERI DELLA PROCURA NAZIONALE ANTIMAFIA"

Lotta al terrorismo e giustizia lumaca in primo piano all’inaugurazione dell’anno giudiziario

di ilTorinese pubblicato sabato 24 gennaio 2015

tribunale

E la giustizia lenta costa allo Stato 700 milioni di indennizzi

 

700 milioni di euro dal 2001, è questa la cifra in indennizzi costata allo Stato per la giustizia lumaca. Ne ha parlato a Torino, durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario Mario Barbuto, il capo del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria. “La stessa cifra investita nella giustizia potrebbe eliminare i ritardi ma per trovare soluzioni basterebbe adottare le tante buone pratiche esistenti in Italia”, ha dichiarato.

 

Al Palagiustizia si è parlato anche di altri temi importanti.  Marcello Maddalena, procuratore generale presso la Corte d’Appello di Torino, ha detto che per sconfiggere la minaccia del  terrorismo islamico non è necessaria una nuova Procura nazionale anti-terrorismo: sarebbe sufficiente ampliare i poteri della Procura nazionale antimafia. Ha anche aggiuntop che affinchè la Procura antimafia  funzioni “la si deve dotare non di nuove persone, ma di poteri operativi che oggi non ha o ha in misura limitata”.

 

(Foto: il Torinese)