Home » prima pagina » Il grande abbraccio dei torinesi all’Arma dei Carabinieri
SULLA PAGINA FB DEL "TORINESE" LA DIRETTA FOTOGRAFICA DEL BICENTENARIO. MIGLIAIA DI CITTADINI IN PIAZZA PER SEGUIRE IL REGGIMENTO A CAVALLO

Il grande abbraccio dei torinesi all’Arma dei Carabinieri

di ilTorinese pubblicato domenica 13 luglio 2014

cc bergiacc molecc fanfaracc fotocc gentecc mascottecc squadronecc madamaI natali il 13 luglio 1814 nella caserma Bergia di piazza Carlina. Dopo due secoli le celebrazioni con concerti e parate. Sulla Mole proiettato il logo del bicentenario

 

Migliaia di cittadini e di turisti hanno preso parte ai festeggiamenti per i 200 anni di vita della Benemerita, l’istituzione italiana da sempre considerata essere la più vicina alla comunità. La sfilata della fanfara e del Reggimento a cavallo è iniziata alle 10,30 dal parco del Valentino, per proseguire attraverso le vie del centro cittadino, fino in piazza Castello, dove si è tenuto un concerto. A guidare lo sfilamento, la mascotte reggimentale, un cagnolino meticcio di nome Briciola.

 

Sulla Mole, in questi giorni, viene proiettato il logo luminoso del bicentenario. Alle 18,30 in piazza San Carlo il concerto della banda musicale, in pennacchio bianco e rosso. In serata, fino ad esaurimento posti, al PalaNebiolo del parco Ruffini, le prove del carosello equestre (che si svolgerà solo su inviti il lunedì sera). Lunedì mattina alle 9,30 ai giardini reali la deposizione di una corona di alloro al monumento al carabiniere e alle 11,30 in piazza Castello la cerimonia dell’alzabandiera. Nel pomeriggio, in via Cigna, verrà inaugurata la nuova caserma dell’Arma

 

Le radici dell’Arma ebbero inizio con l’ emanazione, da parte di Vittorio Emanuele I di Savoia, delle Regie Patenti, due secoli fa: il 13 luglio 1814. Tale documento tracciava l’identità del Corpo Reale come “ una forza militare in servizio di polizia con una duplice missione: la difesa della Patria e la sicurezza dei suoi cittadini”, conferendogli da quel preciso momento, il ruolo da protagonista in tutti quegli eventi storici che hanno caratterizzato la vita del Regno Sabaudo fino alla nascita della Repubblica Italiana. La sede del primo comando dell’Arma fu  la caserma Bergia in piazza Carlina. Proprio davanti alla Caserma, il Reggimento a cavallo ha fatto sosta in omaggio alle origini dei “Reali Carabinieri” di duecento anni fa.

 

A chiudere le iniziative, lunedì alle 11,30 nell’aula del Consiglio regionale in via Alfieri, il conferimento  alla Benemerita  del Sigillo della Regione Piemonte. Presenti i presidenti di Giunta e Assemblea, Sergio Chiamparino e Mauro Laus. Alle 15, nella Sala Rossa di Palazzo Civico, il presidente del Consiglio comunale Giovanni Porcino e il sindaco Piero Fassino consegneranno invece la cittadinanza onoraria all’Arma dei Carabinieri, al comandante generale Leonardo Gallitelli

 

“Il Torinese” si associa agli auguri di tutta la città: buon 200° compleanno, Carabinieri!

 

(Fotoservizio: il Torinese)