Home » ECONOMIA E SOCIALE » Lo spot pro Tav di Mercalli
quanti litri di cherosene sono stati risparmiati grazie al Treno ad alta velocità e quanti se ne potrebbero risparmiare se si estendessero le linee?

Lo spot pro Tav di Mercalli

di ilTorinese pubblicato lunedì 23 luglio 2018

 

Tutti i lunedì mattina, prima delle 8, su Rainews in onda su Raitre prima di Agorà, il meteorologo Luca Mercalli ci spiega i cambiamenti climatici in atto, frutto del riscaldamento del pianeta, la cui principale causa sarebbe in sostanza l’inquinamento . Lunedì 23 luglio Mercalli ha parlato dell’aumento dei voli aerei, che proprio in queste settimane hanno toccato il record , con 205 mila voli in un sol giorno in tutto il mondo. E ha fatto un appello: prendete meno aerei, perchè ogni jet consuma in un ora di volo qualcosa come 2700 litri di cherosene i cui fumi vengono sparsi nell’atmosfera contribuendo all’effetto serra. In particolare in queste settimane di ferie, ha detto Mercalli, cercate di usare meno l’aereo per andare in vacanza. Si sa che Luca Mercalli è un no Tav convinto. Si sa che il treno ad alta velocità è il principale “avversario” dell’aereo sulle tratte medio-lunghe. Si sa che, ad esempio, fra Torino e Roma e fra Milano e Roma ha portato via molti passeggeri all’aereo. Per non parlare della tratta Lione Parigi. Lo stesso succederebbe per la tratta Torino Parigi. E poi sposterebbe il trasporto merci su rotaia ,oggi monopolizzato dalla gomma . ( anche un Tir inquina o no?) Perchè non ci spiega Mercalli quanti litri di cherosene sono stati risparmiati grazie al Treno ad alta velocità e quanti se ne potrebbero risparmiare se si estendessero le linee. Ma in val di Susa i no Tav preferiscono i Tir, le auto e gli aerei , evidentemente. La linea ad alta velocità Torino –Lione ha un costo anche elevato, ma Mercalli e tutti i difensori dell’ambiente pensano che la difesa del pianeta valga qualche sacrificio anche economico .II discorso vale sempre , meno che in Val di Susa? La sortita di Mercalli è il più grande spot che si potesse fare a favore dei treni ad alta velocità, bisognerebbe che anche il sindaco di Torino, signora No di tutto , ci riflettesse e con lei i seguaci di Grillo e tutti i No tav ,in buona fede naturalmente non quelli che difendono l’autostrada del Frejus…

.

Ibis