Home » Brevi di cronaca » L’ex sacerdote deposita 2 milioni di offerte in Svizzera. Ma poi li versa sul conto della parrocchia
Prestava servizio alla Gran Madre di Dio

L’ex sacerdote deposita 2 milioni di offerte in Svizzera. Ma poi li versa sul conto della parrocchia

di ilTorinese pubblicato sabato 22 dicembre 2018

Il parroco ha versato per anni le offerte dei parrocchiani sul conto di una banca Svizzera, a lui intestato, in tutto 2,4 milioni di euro. Ma non si gridi subito allo scandalo: quei soldi sono stati poi trasferiti sul conto della parrocchia quando  il sacerdote è andato in pensione. E’ comunque partita un’indagine della Procura di Torino –  l’accusa è  appropriazione indebita –  per l’ex parroco della Gran Madre di Dio e per il fratello. L’ex parroco avrebbe scelto di   depositare i soldi in Svizzera per metterli al sicuro (forse non si fidava dell’incertezza economica italiana?) come da diritto canonico che permetteva questo tipo di operazioni finanziarie. Il denaro è stato sequestrato dai magistrati che lo  hanno però restituito alla parrocchia. La  Procura deciderà per l’archiviazione o per il  rinvio a giudizio.

 

(foto: il Torinese)

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE