Home » LIFESTYLE » L’etica del coraggio
Autoformazione

L’etica del coraggio

di ilTorinese pubblicato mercoledì 30 novembre 2016

Dal Centro di Autoformazione, umanizzazione e Efficienza Aziendale, nato su iniziativa di Marco Casalegno, titolare del Relais Rocca Civalieri a Quattordio (Al), Roberto Rossi, human coach, propone alcune pillole ispirate all’”etica del coraggio”, che impronta il suo metodo di autoformazione

civalieri-rossi

Pillole di Roberto Rossi da Rocca Civalieri

1)    La difesa verbale ha molti vantaggi: non ti fa arrabbiare, non ti manda in ansia, non stai sotto “schiaffo” emotivo, non subisci lo stress altrui e godi della chiara visione di chi sa decidere.

***

2)     Il silenzio, utilizzato come difesa verbale, mette più ansia a chi ci aggredisce di qualsiasi altra parola. Può fare più paura di qualsiasi minaccia. Di fronte alle destabilizzazioni è sempre meglio tirare dritto.

***

3)    In un confronto dove ti incalzano, in una congiura, durante un “duello” verbale o in una qualsiasi destabilizzazione emotiva, la difesa verbale ti aiuta a decidere l’andamento del confronto.

***

4)    Quando sei messo al centro dell’attenzione e corri il rischio di una “invasione” di parole destabilizzanti, con la difesa verbale non rischi di essere piegato, prendi tempo, abiliti le tue ragioni e termini il confronto restando in equilibrio.

***

5)    Di fronte al delirio di qualsiasi persona puoi controllare le tue emozioni, lascia morire il fuoco dell’aggressività ed evita le infiltrazioni del disagio che ti circonda; governa i trasporti emotivi altrui e pensa a tranquillizzare il cuore respirando profondamente.

***

6)    Non lascarti inquinare dalle parole inquietanti perché infettano il cuore; resta connesso alla stima e al rispetto di te stesso.

***

7)    Discutere non deve diventare un incubo o qualcosa che stufa o nausea. L’arte dell’umorismo difensivo è parte dell’intelligenza più acuta; è per pochi e vince sempre.