Home » TRIBUNA » A Lauriano la minoranza è in “sciopero”
OPPOSIZIONE SULL'AVENTINO

A Lauriano la minoranza è in “sciopero”

di ilTorinese pubblicato domenica 14 giugno 2015

Lauriano

Le ragioni le hanno spiegate in un documento, rivolto al sindaco Matilde Casa, all’esecutivo ed ai colleghi consiglieri, nel quale lamentavano che come l’aumento dell’addizionale Irpef, che passava dallo 0,70 allo 0,75 e l’incremento della Tasi all’1,50 per mille, oltre alla Tari non fossero stati mai portati in sede di discussione

 

E’ “sciopero” della minoranza a Lauriano. I consiglieri di opposizione, eletti nella lista “Nuova Realtà Lauriano e Piazza”, Frediano Dutto ed Adriano Borello, giovedì 11 giugno non hanno partecipato alla seduta del consiglio comunale in segno di protesta contro il giunta e maggioranza dell’amministrazione comunale. Le ragioni le hanno spiegate in un documento, rivolto al sindaco Matilde Casa, all’esecutivo ed ai colleghi consiglieri, nel quale lamentavano che come l’aumento dell’addizionale Irpef, che passava dallo 0,70 allo 0,75 e l’incremento della Tasi all’1,50 per mille, oltre alla Tari non fossero stati mai portati in sede di discussione, né politica, né istituzionale. D

 

utto e Borello evidenziano come la conferenza dei capigruppo non venga mai convocata e neanche le commissioni. Si tratta di un argomento che, effettivamente,  nei comuni di minori dimensioni  spesso è ricorrente: commissioni e conferenza dei capigruppo sono sovente previsti dagli Statuti comunali ma, nonostante questo, gli stessi non vengono applicati.  I due esponenti della minoranza si chiedono, dunque, che senso abbia continuare a svolgere in questo modo il ruolo di consigliere comunale e dichiarano: “Non siamo disponibili a prestarci per semplici prese d’atto di decisioni assunte dalla Giunta, trattando l’assemblea municipale non come protagonista e centro di discussione dei provvedimenti, ma come “notaio” di decisioni assunte dall’organo esecutivo. Se ai consiglieri di maggioranza questo sta bene, facciano pure: ma non con la nostra approvazione. La gaffe di pubblicare sul sito internet del Comune le percentuali Imu e Tasi prima della loro approvazione in Consiglio comunale (anche se si è trattato di un errore poi corretto) ha tuttavia assunto un connotazione emblematica della considerazione quasi pari allo “zero” che la Giunta comunale ha dei consiglieri, siano essi di minoranza che di maggioranza.”.

 

Nuova Realtà Lauriano e Piazzo critica poi la notevole entità di spese legali sostenute dal Comune, per danni che sono stati richiesti all’ente ed altri contenziosi e critica il sindaco Matilde Casa che continua a percepire l’indennità di carica, nonostante i periodi di “vacche magre” per la finanzia comunale.in tempi di crisi – chiudono Dutto e Borello –  la cinghia devono tirarla tutti, non soltanto i cittadini, chiamati a pagare il mutuo e le varie tasse anche senza essere sindaci.”. Ovviamente al primo cittadino di Lauriano spetta ora il diritto di replica.

 

Massimo Iaretti