Home » Brevi di cronaca » “L’Asl si fa pignorare l’ufficio ma non risarcisce”
DAL PIEMONTE

“L’Asl si fa pignorare l’ufficio ma non risarcisce”

di ilTorinese pubblicato giovedì 18 maggio 2017

La giunta intervenga e, se è il caso, rimuova il direttore generale dell’Asl Al. Il duro attacco a Gilberto Gentili, arriva dal consigliere regionale Gian Luca Vignale del Movimento nazionale per la sovranità che ha presentato una mozione a Palazzo Lascaris dopo il recente pignoramento dell’ufficio del direttore generale dell’Asl e della sala riunioni   situati al primo piano dell’ospedale Santo Spirito di Casale. Il provvedimento è stato reso esecutivo nei giorni scorsi su istanza presentata al Tribunale di Vercelli nella causa civile per risarcimento danni intentata davanti al giudice dall’avvocato casalese Manuela Guaschino nei confronti dell’Asl Al. E’ davvero imbarazzante, oltre che gravissimo, – dice il coordinatore regionale dell’Mns, Marco Botta, già consigliere regionale – che un’azienda pubblica preferisca il pignoramento dei propri uffici anziché   risarcire le famiglie, così come imposto da un tribunale. In ogni caso quanto è accaduto dimostra l’inadeguatezza del direttore generale alla carica a cui è stato nominato”.

Massimo Iaretti