Home » prima pagina » La “zattera-palcoscenico” musicale sul Po saluta la Mole e si trasferisce a Firenze
IL JAZZ FRINGE FESTIVAL DICE ADDIO A TORINO E SI SPOSTA SULLE RIVE DELL' ARNO

La “zattera-palcoscenico” musicale sul Po saluta la Mole e si trasferisce a Firenze

di ilTorinese pubblicato giovedì 31 agosto 2017

Le parole di Furio di Castri, direttore e ideatore della rassegna: ” Sono state fatte delle scelte di investimento diverse e a Torino non c’erano più le condizioni per realizzare il festival”

Il Jazz Fringe Festival dice definitivamente addio a Torino. Come anticipato dalle cronache torinesi di Repubblica, gli stessi organizzatori della sezione off del Tjf – ribattezzata Narrazioni Jazz dalla nuova amministrazione comunale- hanno annunciato sulla loro pagina facebook ufficiale, il trasferimento della rassegna nella città di Firenze. Dopo cinque edizioni consecutive in cui trombettisti, sassofonisti e contrabbassisti jazz, si sono esibiti sulle sponde del Po, la rassegna abbandona la Mole e si trasferisce sull’Arno. “E’ con un po’ di emozione – annunciano gli organizzatori – che possiamo finalmente dire che il Fringe Jazz Festival 2017 si terra. Manca pochissimo e sarà in una delle città più belle del mondo: Firenze.” Il format, a cominiciare dalla suggestiva zattera-palcoscenico che inebriava e faceva vibrare con le sue note lo specchio d’acqua davanti alla Mole, sarà lo stesso anche a Firenze. Ci saranno le “Night Towers” e molti concerti sparsi nei numerosi locali del capoluogo toscano. Dopo la mostra di Manet, trasferita a Milano, la perdita della festa per l’anniversario della Lonley Planet, o lo spostamento del G7 a Venaria, Torino sembra perdere un altro pezzo di “vita” lasciando tutti con un po’ di amaro in bocca. A Palazzo civico preferiscono un classico “no comment” sulla questione del trasferimento del Fringe. Dall’assessorato alla cultura sembrano però giungere dichiarazioni consolanti riguardanti la seconda edizione di Narrazioni Jazz, che sembrerebbe essere ricca di novità e di innovazioni. E quest’anno, mentre Firenze saluterà l’estate appena trascorsa danzando su note di musica Jazz (il festival si terrà dal 13 al 17 settembre), i torinesi lasceranno andare un altro pezzo di cuore della loro città.

 

Simona Pili Stella