Home » LIFESTYLE » La Tigre, segno zodiacale… ”incandescente”
SINONIMO DI POTENZA

La Tigre, segno zodiacale… ”incandescente”

di ilTorinese pubblicato giovedì 20 luglio 2017

di Maurizio Platone

Facile è cavalcare la tigre, difficile è scendere.

La tradizione Cinese afferma che la Tigre tiene lontani gli spiriti, il fuoco e i ladri.

Pertanto chi fosse tormentato da una di queste calamità dovrebbe sapere a chi rivolgersi, poiché la Tigre emette un ruggito così forte da incutere terrore a chiunque e così potente da spegnere anche le fiamme. Tuttavia, al di là delle leggende, non è conveniente fare troppo affidamento sui nativi della Tigre nei momenti di difficoltà poiché sono tipi piuttosto imprevedibili.

 

Il marchio registrato Viagra deriva dalla parola vyaaghra, ovverosia, in sanscrito, tigre.
(John Vaillant)

E sono anche molto originali. La loro vita è assai colorata e avventurosa e fanno di tutto per stupire chi sta loro accanto. Spesso affrontano anche imprese rischiose con atteggiamento quanto meno temerario, almeno per tutti coloro che non sono nati sotto il segno della Tigre.

Due delle loro attività favorite sono guidare auto sportive molto veloci e dedicarsi al gioco d’azzardo. Se vincono al gioco ne sono lieti e si godono ciò che hanno vinto, se perdono, pazienza, ci riproveranno un altro giorno!

Ogni donna dovrebbe avere quattro animali nella sua vita. Un visone nell’armadio, una Jaguar in garage, una tigre nel letto, e un asino che paghi per ogni cosa.
(Zsa Zsa Gabor)

Di fatto bisogna riconoscere che la Tigre è uno dei segni più fortunati dello Zodiaco cinese, difatti i suoi nativi sembrano cadere quasi sempre in piedi, da buoni felini. Sotto certi punti di vista possono anche apparire disonesti ai nativi di segni caratterizzati da una mentalità più conservatrice, ma le Tigri pensano che le regole siano fatte per essere infrante, sicché tendono a osare più del dovuto, convinte di avere a disposizione almeno nove vite da rischiare.

Il tempo è la sostanza di cui sono fatto. Il tempo è un fiume che mi trascina, e io sono il fiume; è una tigre che mi sbrana, ma io sono la tigre; è un fuoco che mi divora, ma io sono il fuoco.
(Jorge Louis Borges)

Rappresentato da una delle fiere più belle e maestose del regno animale, il segno della Tigre conferisce ai suoi nativi un atteggiamento piuttosto vanitoso, che attribuisce grande importanza alle apparenze e all’aspetto fisico; tuttavia bisogna guardarsi bene dal far notare alle tigri questa loro debolezza …si ricaverebbe solo un feroce sfoderamento di artigli!

A lode delle Tigri va detto che la loro vanità è accompagnata da un certo stile: sanno come vestirsi e come muoversi e spiccano comunque tra la folla. La loro vita è sempre una sfida le Tigri detestano tutto ciò che sa di normalità o di monotonia e fanno di tutto per evitare la routine.

Un uomo camminava nella foresta quando vide una volpe ferita. “Come può nutrirsi?”, pensò. In quel momento, si avvicinò una tigre, con un animale fra i denti. Saziò la sua fame e lasciò alla volpe quanto era avanzato. “Se Dio aiuta la volpe, aiuterà anche me”, rifletté l’uomo. Quindi tornò a casa, si chiuse dentro e rimase ad aspettare che i Cieli gli dessero da mangiare. Non accadde nulla. Quando ormai era troppo debole per uscire e lavorare, comparve un angelo. “Perché hai deciso di imitare la volpe ferita? – domandò l’angelo – Alzati, prendi i tuoi attrezzi e imbocca il cammino della tigre”.
(Paulo Coelho)

Ulteriori approfondimenti nel mio blog: www.astrologiadiplatone.com

Seguimi su: https://www.facebook.com/astrologiadiplatone/