Home » Cosa succede in città » La rubrica della domenica
SPIGOLATURE DI VITA E STORIE TORINESI

La rubrica della domenica

di ilTorinese pubblicato domenica 26 agosto 2018

La primavera di 50 anni fa – Giordana si ricrede: Appendino una scolaretta – Almirante e Salvini – L’Iran ospite d’onore al Salone del libro di Torino

***

La primavera di 50 anni fa 

 Pochi hanno ricordato che cinquant’anni fa, alla fine d’agosto,  veniva schiacciata dai carri armati sovietici la Primavera di Praga, la speranza cioè di un “socialismo dal volto umano” incarnata da  Alexander Dubcek che venne arrestato per le sue scelte coraggiose, anzi eretiche. I carri armati presero possesso della città e l’anno dopo il giovane patriota Jan Palach si diede la morte, appiccandosi il fuoco ,dopo essersi cosparso di benzina, per protestare in modo clamoroso contro gli oppressori sovietici. In Italia anche 50 anni fa ci fu poca solidarietà verso di lui, si registrò un certo imbarazzo del Pci che non solidarizzò come nel 1956 con Mosca ,ma non ebbe neppure il coraggio di esprimere una condanna di quei fatti  drammatici. Tutta l’attenzione era rivolta verso la contestazione e i suoi miti che erano l’esatto opposto delle idee della Primavera cecoslovacca. Fu il vecchio  Pietro Nenni a ribadire che la libertà non è nè borghese nè proletaria, ma umana. Forse l’unico che reagì, esponendosi di persona anche in quella circostanza,  fu Marco Pannella, testimone coraggioso di verità anche durante il mese delle vacanze.  

***

Giordana si ricrede: Appendino una scolaretta

 Paolo Giordana, l’ex capo di gabinetto del sindaco Chiara Appendino, dimissionato per aver fatto togliere una multa ad un amico, dopo pochissimi mesi di silenzio , si lascia andare a delle affermazioni eclatanti: Appendino e Di Maio sono scolaretti non in grado di svolgere i loro ruoli. Anzi, sono mine vaganti molto pericolose. I 5 stelle sono un movimento totalitario. Sono giudizi importanti perché pronunciati da uno che ha vissuto fianco a fianco con il sindaco e ha frequentato Di Maio. C’è da domandarsi se direbbe le stesse cose se non fosse stato estromesso. Pende su di lui anche una denuncia penale per i fatti tragici di piazza San Carlo del 3 giugno 2017.Vorrei anche mettere in guardia l’opposizione dal prendere troppo sul serio questo personaggio , usandolo in modo strumentale. Forse nelle sue parole c’è un po’ di spirito di vendetta per essere stato disarcionato. Resta un fatto indiscutibile : il sindaco non ha saputo scegliere i più stretti collaboratori: da Giordana a Pasquaretta, il portavoce retribuito dal Salone del Libro, anche lui inquisito. La competenza manca, ma anche la trasparenza latita. 

***

La vignetta indecente

Charlie Hebdo, il noto settimanale satirico francese, un’altra volta colpisce velenosamente l’Italia in un momento tragico come quello del crollo del ponte di Genova con una vignetta infame. Il settimanale, più che satira, produce spazzatura perché quando non si ha rispetto neppure per i morti, viene a mancare il presupposto per la satira. I morti vanno rispettati, questa è la regola a cui si attengono le persone civili.  

***

L’Iran ospite d’onore al Salone del libro di Torino

L’idea di invitare la Repubblica islamica dell’Iran come ospite d’onore del Salone del libro 2020 mi pare stravagante e sbagliata. Si tratta di un Paese in cui esiste un ministero per la censura che manda al rogo i libri e perseguita gli scrittori dissidenti. E’ un regime liberticida ancora ampiamente fondato sul fanatismo islamico che fa dell’intolleranza la sua bandiera. Forse sarebbe necessario un ripensamento.

***

Almirante e Salvini 

La figlia di Giorgio Almirante, finora piuttosto sconosciuta e  taciturna anche perché porta il cognome de’ Medici,si è espressa a favore di Matteo Salvini, paragonandolo a suo padre. Sono sempre stato un fiero avversario di Almirante di cui riconoscevo la scintillante oratoria, ma mi sembra che l’accostamento sia del tutto improprio. Almirante infatti era un uomo colto, dal parlare forbito, molto lontano, anche nello stile di vita ,da Salvini. D’accordo che i tempi sono cambiati e che all’epoca del leader missino non esisteva Facebook e forse non c’erano neppure le felpe, ma il confronto non regge comunque, anche se certi modi di far politica possono purtroppo far ricordare il fascismo, ma non quello in doppiopetto di Almirante che fece di tutto per calmare gli esagitati del suo movimento durante gli anni del terrorismo rosso e nero. Almirante andò a rendere omaggio alla salma di Berlinguer, dimostrando uno stile che pochi avrebbero immaginato e che spiazzò i dirigenti dello stesso Pci.  

***

Lettere   scrivere a quaglieni@gmail.com

.

Isole pedonali

Cosa pensa delle 8 nuove isole pedonali che l’amministrazione comunale vuole realizzare?                    Piero Giulietti

.

Sono molto perplesso su questi progetti anche perché prima le vie prescelte vanno riqualificate. Via Berthollet , ad esempio, e’ devastata e nel corso degli anni e’ diventata un suk. Pedonalizzare piazza Carducci può creare grave intralcio al traffico su via Nizza e in zona vicina all’ospedale Molinette . Le periferie vanno bonificate e la scorciatoia della pedonalizzazione non serve a nulla. Per altri versi e’ stato il governo in carica ad aver tolto gli stanziamenti previsti per le periferie, senza una benché minima lamentela da parte del sindaco di Torino.

.

Luci d’artista

Vogliono rifare l’esperienza delle luci d’artista in periferia. Mi sembra un’idea balorda. Cosa ne pensa ?     Gigi Richieri

.

Luci d’artista, idea ormai vecchiotta   perché ripropone da troppi anni sempre le stesse opere, possono andar bene in centro. Alle Vallette lo scorso anno un’opera e’ stata oggetto di vandalismo, il massimo dell’incomprensione da parte di gente che vive un disagio reale a cui non si può rispondere con le Luci d’artista che comunque non possono più essere considerate un’attrattiva turistica. Ci vorrebbe nuova creatività, ma i soldi necessari non ci sono. Ma cosa ancora più grave è che è la creatività si stenta a vedere. A Torino come altrove.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE