Home » TRIBUNA » “LA REGIONE NON ABBIA PAURA DI APPROVARE UNA LEGGE SU MONTAGNA ED ENTI LOCALI 4.0”
Conferenza regionale dell'Associazione di Enti locali

“LA REGIONE NON ABBIA PAURA DI APPROVARE UNA LEGGE SU MONTAGNA ED ENTI LOCALI 4.0”

di ilTorinese pubblicato giovedì 7 marzo 2019

UNCEM A CHIAMPARINO, RIBA: “NON VOGLIAMO ASSISTENZA, GURU O PASSATISMO. INTERCETTIAMO INSIEME IL CAMBIAMENTO” 

“Quando diciamo che il Piemonte ha urgente bisogno di una nuova legge su montagna ed Enti locali non chiediamo mica assistenza o qualche soldo in più per i territori. Sarebbe banale e futile. Chiediamo alla Regione di interpretare con noi il cambiamento che tocca istituzioni, economia, società, culture, per innestare sulle aree montane alpine e appenniniche nuovi strumenti di pianificazione e sviluppo. Penso a Eusalp, la Strategia macroregionale alpina, piuttosto che la Strategia aree interne. Il tema non è neanche burocratico, da perdere e annacquare nel turbinio della norma, negli adempimenti e nella costruzione di ambiti territoriali nei quali lavorare. Tutte materie del passato queste, in antitesi con cambiamento e nuovi modelli di impegno politico. Il tema per noi decisivo è garantire opportunità di sviluppo per fermare abbandono e spopolamento. I fronti del lavoro che va fatto sono molti. Ma la cosa più grave sarebbe non cogliere le sfide del mondo che cambia e guardare al passato, credendo in qualche guru o in chi cerca esasperato municipalismo. Non vogliamo questo. Crediamo in un nuovo sistema legislativo per la montagna 4.0 che, per primo in Italia, attui in Piemonte quanto scritto nel testo unico forestale, nella legge 158 sui piccoli Comuni, nella 221 sulla green economy. Che non faccia solo redistribuzione di risorse, alzando la spesa pubblica. Ma che colmi sperequazioni territoriali, imponendo nuovi temi per il lavoro dei nostri Enti locali. Green e smart economy, nuovo welfare di comunità, riorganizzazione del sistema agricolo sono i pilastri della legge che chiediamo al Consiglio regionale di approvare, senza paura, nelle prossime settimane, entro la fine della legislatura. Chi verrà dopo il 26 maggio attuerà con noi le grandi opportunità che lì stanno scritte e che dobbiamo traguardare con il sistema dei Comuni e delle Unioni montane da rafforzare”.
 Lo ha detto  il Presidente Uncem Piemonte, Lido Riba, aprendo la Conferenza regionale dell’Associazione di Enti locali, alla presenza del Presidente Sergio Chiamparino e dell’Eurodeputato Alberto Cirio, di tanti Amministratori e di rappresentanti delle Associazioni datoriali, tra i quali Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE