Home » ECONOMIA E SOCIALE » La professione del futuro fra riforme e opportunità
CONSULENTI DEL LAVORO

La professione del futuro fra riforme e opportunità

di ilTorinese pubblicato lunedì 16 maggio 2016

consulenti lavoroUn’opportunità per i giovani con il sostegno dell’Unione Europea

Il ruolo del Consulente del Lavoro è fondamentale per le aziende, si tratta di una professionalità di alto livello, caratterizzata dalla multidisciplinarietà. Le competenze richieste variano dalla preparazione giuridica a quella amministrativa, fino ad arrivare all’informatica. È una figura centrale nella contrattazione e punta a evitare le liti tra datori di lavoro e dipendenti, combattendo il lavoro nero e garantendo, quindi, la legalità. Il Consulente del Lavoro ha il difficile compito di mantenere l’equilibrio, essendo una figura “terza”, tra azienda e dipendenti.

Mercoledì 18 maggio, al Teatro Piccolo Regio (piazza Castello 215, Torino, inizio ore 9), si svolgerà il convegno La professione del futuro fra riforme e opportunità, che toccherà tutti gli aspetti di questa professione, illustrandone punti di forza e opportunità, soprattutto per i giovani. Una giornata di confronto, organizzata dalla Consulta di Piemonte e Valle d’Aosta, con il coordinatore Fausto Cantore, che vedrà intervenire professionisti del lavoro, imprenditori e politici, per discutere anche delle politiche del mercato attuale, che brilla ancora per staticità.

Percorso professionale per i giovani.

È un’opportunità soprattutto per i giovani, che possono intraprendere questo percorso professionale a partire dall’Università, grazie al Corso di laurea in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro (sotto la Facoltà di Giurisprudenza), che durante il convegno sarà introdotto dalla presidente del corso di laurea dell’ateneo torinese, Eva Desana. Con lei, nel panel Contratti a contenuto formativo: Piemonte investe nel futuro, interverranno, fra gli altri, anche Marco Gay, Presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria, Fabrizio Bontempo, Vice presidente nazionale dei Giovani Consulenti del Lavoro, Gianna Pentenero, Assessora al Lavoro della Regione Piemonte, e Massimiliano Caporale, coordinatore del progetto Talento Yes4To.

Fondi europei ai professionisti del settore.

Un’altra parte rilevante del convegno, introdotta dall’intervento di Marina Calderone, presidente del Consiglio nazionale dei Consulenti del Lavoro, è composta da un panel che illustrerà tutte le possibilità aperte dall’Unione Europea per i professionisti. Seguiranno, poi, gli interventi di Mario Romano, presidente dei Giovani industriali del Mezzogiorno, Enzo Lavolta, Assessore allo Sviluppo e all’Innovazione del Comune di Torino, Claudia Porchietto, consigliere della Regione Piemonte, e Giovanni Marcantonio, consigliere nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

Nuove prospettive.

Una tavola rotonda, coordinata da Rosario De Luca, presidente della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro, affronterà poi il tema delle nuove competenze richieste a questa professione. L’evoluzione del mercato del lavoro, e delle tecnologie, richiede maggiori conoscenze che aprono, di conseguenza, a nuove possibilità professionali.

Ad aprire i lavori ci saranno Piero Fassino, sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, e Luisella Fassino, presidente del consiglio provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Torino.

Tra gli altri argomenti in programma, trattati durante la giornata di interventi (che vale 7 crediti per la formazione obbligatoria del Consulenti del Lavoro), ci saranno le nuove competenze richieste per questa professione e alcuni dettagli importanti sul Welfare aziendale.

Per informazioni è possibile contattare l’Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Torino al numero 011.5216426 o all’indirizzo email segreteria@cdltorino.it

Per prenotarsi all’evento è necessaria una registrazione online sul sito www.teleconsul.it