Home » CULTURA E SPETTACOLI » La nuova Stagione dell’Unione Musicale
Il giovane pianista ucraino Alexander Romanovsky inaugurerà la Stagione il 16 ottobre con “tre notturni” di Chopin

La nuova Stagione dell’Unione Musicale

di ilTorinese pubblicato sabato 25 maggio 2019

Presentato il cartellone dell’Unione Musicale per la Stagione 2019/2020. Grandi interpreti, giovani talenti e qualche sorpresa. Corposo il numero degli appuntamenti, ben 130 articolati in 59 concerti

Il giovane pianista ucraino Alexander Romanovsky inaugurerà la Stagione il 16 ottobre con “tre notturni” di Chopin. Il 27 maggio 2020 la chiusura sarà affidata al violinista Maxim Vengerov, accompagnato dalla pianista Polina Osetinskaya. Per i 250 anni dalla nascita di Beethoven vi saranno eventi a lui dedicati. In questa Stagione che sta per concludersi, sono stati eseguiti i suoi quartetti per archi con il Quartetto Casals e avviato quello delle sonate per violino e pianoforte, che si concluderà nella nuova stagione con Francesca Leonardi e Francesca Dego. Debutterà invece nella nuova Stagione, il ciclo delle composizioni per violino violoncello e e pianoforte con il Trio di Parma , mentre Pietro De Maria eseguirà le sonate per pianoforte. Tra i tanti interpreti il pianista Piotr Anderszewski, Andrea Lucchesini con 2 concerti per il progetto Shubert-Schumann, uno come solista, l’altro accompagnato dal soprano Lisa Larsson. Il pianista Ivo Pogorelich grande virtuoso della tastiera, tornerà ad esibirsi dopo anni di assenza. Tanti i giovani talenti. Tra questi i violoncellisti Kian Soltani e Anastasia Kobekina, il fisarmonicista Pietro Roffi, i violinisti Emmanuel Tjeknavorian e Laura Marzadori. I pianisti Maddalena Giacopuzzi, Martina Filjak, Aaron Pilsan, Philipp Kopachevsky e David Kadouch. La novità del programma della nuova Stagione vede esordire la “Camera delle meraviglie” , 6 concerti monografici dedicati ciascuno a un capolavoro del repertorio da camera, suonato e raccontato dialogando con il pubblico. Riconfermati anche in questa Stagione gli “Short Track”, serie di 4 mini concerti di 30 minuti l’uno, ripetuti tre volte il sabato pomeriggio, progettati per chi si vuole avvicinare al mondo della musica classica.

 

Pier Luigi Fuggetta

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE