Home » LIFESTYLE » La Nuova Fiera del Canavese torna in aprile
"LA TRADIZIONE E’ RIUSCITA A RINNOVARSI"

La Nuova Fiera del Canavese torna in aprile

di ilTorinese pubblicato giovedì 12 gennaio 2017

 canavese7A Rivarolo Canavese dal 22 aprile al 1 maggio 2017

 

Finalmente Rivarolo si è riappropriata della sua grande tradizione fieristica. E lo ha fatto alla grande, dando vita ad un evento importante ed accolto con entusiasmo, ricco di proposte, spettacoli e motivi di interesse per le aziende ed i visitatori. Dopo il successo dell’edizione 2016, la Nuova Fiera del Canavese si ripresenta ora al suo pubblico, ancora più grande e ricca di contenuti. Nuove date, a cavallo tra aprile e maggio, più vicine a quello tradizionalmente utilizzate in passato. Una nuova collocazione, più comoda da raggiungere e più vicina alle esigenze del pubblico. Uno spazio espositivo ridisegnato, per meglio venire incontro alle esigenze degli espositori e dei visitatori. Un’area spettacoli inserita armonicamente nella sezione espositiva, con una sezione di street food di grande impatto, che lega al meglio la proposta gastronomica con il territorio, la tradizione con la cultura.

***

canavese-logoI NUMERI DELL’EDIZIONE 2016

114 espositori su una superficie espositiva di oltre 6.000 mq, 22.000 visitatori lungo i 6 giorni della rassegna. Ma la Fiera del Canavese non è stata solo commercio: 2 serate di concerti musicali 7 spettacoli di teatro, danza ed intrattenimento 4 pomeriggi di dibattiti economici ed incontri culturali 4 giornate di formazione professionale Il 70,59% delle aziende partecipanti(1) si è dichiarata soddisfatta o molto soddisfatta della sua partecipazione alla Nuova Fiera del Canavese. (1) dati determinati a seguito di analisi di mercato.

***

UN PROGETTO IN CRESCITA

La Nuova Fiera del Canavese non è solo un progetto commerciale. Dopo la creazione, nel 2016, dell’Osservatorio Economico del Canavese, che ha per la prima volta portato istituzioni come canavese6Confindustria Canavese, il Consorzio Insediamenti Produttivi del Canavese e tutte le testate giornalistiche a dialogare fra loro di Canavese e di prospettive, nasce ora un progetto nuovo, di promozione del Territorio e di condivisione con le Istituzioni comunali più prestigiose del Canavese. Da quest’anno la Nuova Fiera del Canavese si apre ai Comuni ed alle Comunità circostanti, in un’azione congiunta di scambio di contenuti, di visibilità, di cultura. Una nuova formula per la Fiera che, da vetrina per un territorio limitato, diventa strumento di comunicazione e di promozione per tutto l’Alto Canavese. Un’opportunità per le Comunità canavesane, una nuova visibilità condivisa per ampliare la portata dell’iniziativa, sostenere il Territorio ed attirare pubblico dalle altre aree del Piemonte.

***

IL FORMAT

Debitamente rivista e migliorata dopo l’esperienza del 2016, la Nuova Fiera del Canavese si presenta in continuità con le scelte che hanno raccolto il gradimento degli espositori Il sito Ad ospitare le strutture espositive saranno piazza Mulinet e corso Meaglia, in un contesto urbano più canavese3fruibile per i visitatori e più comodo per le operazioni logistiche. Uno spazio ampio e ben attrezzato a due passi dal Centro Città, comodo ai parcheggi ed ai servizi. L’esposizione Un’area espositiva interamente coperta, pavimentata e ben dotata dei comuni servizi di fiera, per consentire alle aziende una presenza efficiente ed incisiva ed ai visitatori una fruizione confortevole e rilassata. L’evento Un programma di contenuti di alto livello. Dopo il buon successo delle iniziative culturali lanciate nel 2016, ritorna un ricco programma di eventi, di intrattenimento e di cultura. Rivisto, infine, il sistema di biglietteria, per consentire al pubblico di accedere alla Fiera per tutti i giorni del suo svolgimento a condizioni economiche particolarmente favorevoli. Un modo per fidelizzare i visitatori e consentire loro di fruire con calma del programma di iniziative culturali e delle proposte gastronomiche previste, un po’ diverse, e migliori, rispetto allo street food tradizionale. Il Territorio Ampi spazi verranno riservati alle istituzioni e alle associazioni del territorio, per mettere in evidenza le peculiarità e le bellezze del Canavese.

***

IL GUSTO ITALIANO SI FA STRADA

Non il solito «street food», ma il ritorno ai cibi da strada della migliore tradizione italiana. In una sezione a loro dedicata, alcune delle migliori realtà nel campo della ristorazione «da campo» proporranno al pubblico le preparazioni loro tipiche, che hanno fatto la storia della cucina mediterranea, dalla crescia marchigiana, al pesce della Liguria, alle specialità pugliesi e siciliane. E, in una sorta di simpatica competizione, la grande ristorazione canavesana e piemontese farà a gara per conquistare i favori del pubblico. Ritorna, infatti, una grande tradizione della Fiera del canavese1Canavese, quella delle serate gastronomiche a tema. Verranno declinate da grandi chef canavesani all’interno di un ristorante tipico, che ogni sera proporrà i grandi classici della cucina piemontese, e non solo, nel corso di apposite cene a carattere tematico, animate da degustazioni guidate ed approfondimenti culturali specifici.

***

LE DATE, GLI ORARI

La Nuova Fiera del Canavese edizione 2017 si terrà dal 22 aprile al 1° maggio 2017, con i seguenti orari: sabato 22 aprile, dalle 18.00 alle 23.00 (inaugurazione ufficiale ore 17.00) domenica 23 aprile, dalle 15.00 alle 23.00 lunedì 24 aprile, dalle 18.00 alle 23.00 martedì 25 aprile, dalle 15.00 alle 23.00 mercoledì 26, giovedì 27 e venerdì 28 aprile, dalle 18.00 alle 23.00 sabato 29 e domenica 30 aprile e lunedì 1° maggio, dalle 15.00 alle 23.00 I BIGLIETTI La Nuova Fiera del Canavese è un evento dal forte coinvolgimento territoriale, con il quale la gente canavesana, e non solo, si identifica fortemente. Proprio per canavese2rispondere al meglio a queste esigenze e per venire incontro alle istanze che sono pervenute da tante parti, per il 2017 la manifestazione ha rivisto le proprie politiche tariffarie, ora maggiormente orientate a favorire una partecipazione ancora più numerosa e convinta, soprattutto nei giorni e nelle sere feriali. La biglietteria rimane, quale segno distintivo di un evento caratterizzato da forti contenuti di qualità, ma i prezzi vengono ulteriormente ridotti rispetto a quelli, già popolari, del 2016. Il biglietto di ingresso alla Fiera costerà, quindi, 3,00 € soltanto nei giorni feriali, e 5,00 € nei giorni festivi e prefestivi. Biglietti ridotti sono previsti per gli enti e le associazioni con i quali la Fiera stipulerà convenzioni. Ingresso gratuito, infine, per i visitatori fino a 8 anni e sopra i 75 anni di età.