Home » prima pagina » La “guerra del libro”: al via una nuova associazione degli editori indipendenti pro-Torino
Sarà il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini a cercare una mediazione con Milano tra la fine di agosto e inizio settembre

La “guerra del libro”: al via una nuova associazione degli editori indipendenti pro-Torino

di ilTorinese pubblicato lunedì 8 agosto 2016

salone 13Se non siamo arrivati alla “guerra del libro”, poco ci manca. Dopo la decisione del presidente Aie  Federico Motta e dei suoi associati, di fare un Salone a Milano, un gruppo di 11 case editrici  si incontrerà al   Circolo dei Lettori di Torino per far nascere una nuova realtà associativa che sia un’alternativa all’Aie. Si tratta  per la maggior parte di  piccole editrici, circa  cinquantina, e una novantina di case indipendenti.  Sono in primo luogo gli editori che – contrari alla decisione di abbandonare la Librolandia torinese – avevano dato le dimissioni dall’Aie. I nomi più noti sono e/o, Iperborea, LiberAria, Lindau, Minimum Fax, Nottetempo. Ma all’incontro  al Circolo ci sarà anche qualche grande editore, come ad esempio  Laterza.  La fiera torinese, in programma dal 18 al 22 maggio 2017 e il nuovo evento milanese non si dovrebbero sovrapporre per nonsalone 12 farsi concorrenza a vicenda, e anche il presidente in pectore Massimo Bray, ha detto che due saloni sono una cosa da farsi ridere dietro. Sarà il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini a cercare una mediazione tra la fine di agosto e inizio settembre, con l’obiettivo iniziale di evitare due fiere nello stesso periodo. Poi si vedrà.

(Foto: il Torinese)

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE