Home » Sport » La Juventus sconfigge il Malmoe con lo stesso punteggio dell’andata: 0-2
QUI JUVE

La Juventus sconfigge il Malmoe con lo stesso punteggio dell’andata: 0-2

di ilTorinese pubblicato giovedì 27 novembre 2014

juve malmoe

Basterà un pareggio interno per accedere alla fase successiva di Champion League

 

Ora la Juventus può incominciare a tirare un grosso sospiro di sollievo dopo aver sconfitto in trasferta il Malmoe. Erano circa due anni che la Vecchia Signora non riusciva più a vincere nella massima competizione europea in trasferta. Così è stato ieri assicurandosi, salvo una sconfitta interna contro l’Atletico Madrid, vice campione d’Europa ma già matematicamente qualificato per la fase successiva, il passaggio del turno. Basterà un pareggio interno per accedere alla fase successiva di Champion League. Non era una partita agevole quella affrontata dagli uomini di mister Allegri, per varie ragioni, la prima delle quali rappresentata da un pessimo terreno di gioco, dove la palla, spesso e volentieri era soggetta a sobbalzi e traiettorie anormali, mettendo a volte in difficoltà i giocatori bianconeri ma anche la stessa squadra svedese, con il suo gioco, semplice e prevedibile fin che si vuole ma di buona caratura atletica. Allegri, in ogni caso, data l’importanza di conseguire a tutti i costi una vittoria, che diciamolo subito, è stata meritata, non ha voluto correre alcun rischio, schierando la formazione fotocopia di domenica con l’unica esclusione, fin dall’inizio della partita, di Vidal al posto di Pereyra. E proprio dai piedi del cileno che la Juventus ha avuto la prima nitida occasione da goal vanificata da una buona parata del portiere campione di Svezia.

 

Successivamente, non correndo alcun rischio concreto, i bianconeri hanno avuto un’altra, questa volta clamorosa, occasione per portarsi in vantaggio. Lancio millimetrico di Pogba che metteva solo davanti al portiere Marchisio, il quale agganciando splendidamente la sfera, in piena area di rigore, al volo scaraventava il pallone in rete ma soltanto con uno splendido balzo il portiere avversario sventava il pericolo. Si andava così al riposo con la ferma convinzione che nel secondo tempo la Juventus potesse sbloccare il risultato da un momento all’altro. Infatti, i bianconeri, sin dai primi minuti della ripresa parevano più convinti e concreti. E così da un lancio smarcante proveniente da centrocampo, Llorente allargandosi sulla sinistra, infilava saltandolo l’incolpevole portiere del Malmoe facendo carambolare in rete il pallone. Con il passare dei minuti, la Juventus diveniva padrona assoluta del campo suggellando la propria superiorità con l’azione del 2 a 0 in contropiede terminata con il tocco finale del solito Carlitos Tevez. Un trionfo meritato e domenica sotto con il derby della Mole.

 

                                                                                                                                                                                    Dario Barattin