Home » Sport » JUVENTUS PRIMO PUNTO, DYBLA SU RIGORE EVITA LA TERZA SCONFITTA
QUI JUVE

JUVENTUS PRIMO PUNTO, DYBLA SU RIGORE EVITA LA TERZA SCONFITTA

di ilTorinese pubblicato lunedì 14 settembre 2015

CHIEVO JUVEjuve stadium 

JUVENTUS-CHIEVO VERONA 1-1

 

RETI: 5’ Hetemaj (C), 37’ st rig. Dybala (J)

JUVENTUS: Buffon, Caceres, Barzagli, Bonucci, Alex Sandro, Sturaro (20’ st Cuadrado), Marchisio (1’ st Pogba), Hernanes, Pereyra, Dybala, Morata (28’ st Mandzukic).

CHIEVO: Bizzarri, Frey, Gamberini (12’ st Dainelli), Cesar, Gobbi, Hetemaj, Castro, Birsa (28’ st Pepe), Rigoni, Meggiorini (21’ st Pinzi), Paloschi.

 

Con fatica e sofferenza arriva il primo punto per la Juventus. Finisce sul risultato di 1-1, l’anticipo serale della terza giornata di serie A, tra Chievo capolista, insieme alla Roma e alla Juventus che vede finalmente il primo punto. Hetemaj porta in vantaggio i gialloblu in meno di cinque minuti e Dybla regala la salvezza su rigore a pochi minuti dallo scadere.

 

Nel primo tempo arriva subito la doccia fredda per i padroni di casa, Hetemaj con un gran tiro di destro, da fuori area, indirizza palla nell’angolino in basso a destra e mette in vantaggio il Chievo. La Juventus subisce il colpo, stonata e confusa prova a reagire con Hernanes ma la conclusione non impegna più di tanto Bizzarri , poco dopo ci riprova Dybla ma spara alto. I gialloblu sempre ben organizzati, rispondono colpo su colpo, vogliono assicurarsi il risultato e Maggiorini dice la sua, provando una conclusione dalla lunga distanza, ma la palla termina sul fondo. Nella ripresa arriva la girandola delle sostituzioni bianconeri: Pogba per Marchisio, ma di nuovo il Chievo fa tremare la squadra di casa con Cesar, per fortuna arriva la paratona di Buffon che spinge il pallone sul palo.

 

Al 56’ suona la sveglia anche per la Juve con il legno preso da Pereyra, ma i gialloblu si mostrano ancora attivi e arriva anche il vantaggio, ma l’arbitro decide di annullare la rete di Cesar per un fallo in attacco su Bonucci. Tutto si gioca negli ultimi minuti, la partita cambia verso con l’ingresso Cuadrado al posto di Sturaro, tra i peggiori dei bianconeri, che va a creare grattacapi insieme ad Hernanes che di destro impegna seriamente Bizzarri costretto a spingere la palla nell’angolo, ma ancora nessuno riesce a passare dalla porta del Chievo. All’ 82’, fra le proteste degli ospiti, Guida concede il tiro dal dischetto alla squadra di Allegri, per un intervento di Cesar su Cuadrado: Dybla non perde l’occasione e congela il risultato sul’1-1.

 

Roberta Perna