Home » vetrina9 » ISTANZA DEL PRESIDENTE APIDGE AL MINISTRO GIANNINI
discipline giuridiche ed economiche

ISTANZA DEL PRESIDENTE APIDGE AL MINISTRO GIANNINI

di ilTorinese pubblicato mercoledì 9 settembre 2015

giannini 2 

Continua l’impegno di APIDGE – Associazione Professionale Insegnanti di Discipline Giudiriche ed Economiche per il riconoscimento della professionalità dei docenti in queste materie. Il Presidente Ezio Sina ha inviato al Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ed ai Sottosegretari Davide Faraone, Gabriele Toccafondi ed Angela D’Onghia una articolata istanza in merito che viene qui allegata integralmente:

 

L’associazione APIDGE, Associazione Professionale degli Insegnanti di Discipline Giuridiche ed Economiche,  in conformità ai propri impegni statutari, in relazione alle modalità con le quali il MIUR dà attuazione alle disposizioni di cui alla legge 13 luglio 2015, n.107 “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”, vista l’attuale assenza di disposizioni ministeriali di indirizzo, di armonizzazione e di coordinamento dell’attività delle istituzioni scolastiche in merito alle operazioni di determinazione e nell’individuazione delle figure di potenziamento dell’organico delle istituzioni scolastiche previste dal comma 7 della stessa legge.

 

Si ricorda inoltre che, in sede di approvazione della legge n.107/2015, nella seduta della Camera dei Deputati del 08/07/2015, è stato presentato, a firma dell’On. Fabio Lavagno, l’ordine del giorno n.9/02994-B/003, ove si rimarca la pari dignità professionale dei docenti  nonché l’attribuzione agli stessi di mansioni strettamente collegati alla funzione di docente, in considerazione anche dei titoli professionali posseduti.

 

L’ordine del giorno in argomento, accolto, poi, come raccomandazione dal Governo, recita:  “stante l’importanza e l’urgenza di assicurare a tutte le istituzioni scolastiche di secondo grado nell’adempimento di quanto disposto nei commi 33-44 del disegno di legge A.C. 2994-B si raccomanda che venga assicurata ad ogni scuola la presenza di un docente di Discipline giuridiche ed economiche (classe concorso A019)”.

 

Invero, proprio nella succitata raccomandazione si sottolinea la peculiarità del ruolo che, i docenti appartenenti alla classe di concorso A019 – professionisti nelle discipline giuridico ed economiche,dovrebbero assumere nell’ambito del potenziamento dell’organico dell’autonomia. Tali docenti sono chiamati sia a cooperare per la creazione negli alunni di una consapevolezza piena e matura del loro status di cittadini, che si connota di diritti acquisiti e di regole da osservare, ma anche ad impartire nozioni di legalità, diritti umani, diritti civili e sociali. Un insegnamento affidato ai professionisti della materia viene a rappresentare, quindi, il primo strumento di prevenzione nella lotta contro ogni tipo di violenza e di comportamento discriminatorio. “La Buona scuola” prevede inoltre, dall’anno scolastico 2015/2016 che vengano attivati percorsi di alternanza scuola-lavoro sia negli istituti tecnici e professionali (almeno 400 ore) sia nei licei (almeno 200 ore), a partire dal terzo anno. Anche per questo importantissimo settore il Governo ha accolto quanto espresso nell’o.d.g. Lavagno, riconoscendo in tal senso le competenze specialistiche dei docenti di Discipline Giuridiche ed Economiche.

 

Lo stesso docente, in base alla specificità della propria formazione e specializzazione, è poi in grado di assicurare il potenziamento degli insegnamenti previsti dalla Legge n.107/15 non solo per ciò che attiene alla convivenza civile e alla cittadinanza attiva, ma anche per un efficace intervento didattico in economia politica e finanziaria,  sicurezza sul lavoro ed educazione stradale. Con la presente istanza si chiede formalmente che vengano emanate al più presto disposizioni di indirizzo dell’attività amministrativa attraverso cui il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, possa garantire omogeneità e organicità all’azione espressa a livello periferico e dare attuazione a quanto espressamente riconosciuto in sede parlamentare riguardo alla peculiarità della figura del docente di Discipline Giuridiche ed Economiche in ambito di potenziamento dell’autonomia delle scuole.

  

Il Presidente

Ezio Sina