Home » ECONOMIA E SOCIALE » IoLavoro, risultati concreti
La manifestazione organizzata dall’Agenzia Piemonte Lavoro e promossa dalla Regione

IoLavoro, risultati concreti

di ilTorinese pubblicato venerdì 9 giugno 2017

Sono all’incirca 4500, ovvero il 25 per cento del totale, le persone che hanno trovato un impiego dopo aver partecipato nel 2014 e nel 2015 alle edizioni regionali e territoriali di IoLavoro, la manifestazione organizzata dall’Agenzia Piemonte Lavoro e promossa dalla Regione Piemonte, per far incontrare domanda e offerta di occupazione. I risultati sono stati riferito dall’assessora regionale al Lavoro Gianna Pentenero rispondendo ad un’interrogazione in Terza Commissione consigliare.

Per 3.800 persone si è trattato di stipulare un contratto subordinato (a tempo indeterminato, in apprendistato, a tempo determinato e in somministrazione), mentre 696 sono rientrate nella categoria dei parasubordinati (lavoro intermittente, a progetto, occasionale). Inoltre, il 77 per cento dei contratti a tempo indeterminato e di apprendistato stipulati tra il 2014 e il 2015 risultavano ancora attivi al momento della rilevazione. In linea con i precedenti appuntamenti primaverili l’edizione 2016, che presenta una ricaduta occupazionale del 28 per cento. Si tratta di dati, tra l’altro, potenzialmente sottostimati perché non tengono conto degli avviamenti che, soprattutto nel settore turistico, possono essere stati attivati fuori dal territorio regionale o nazionale.

L’assessora ha sostenuto come i numeri confermino l’utilità di una manifestazione che offre a giovani e meno giovani l’opportunità di trovare nella stessa sede servizi di accoglienza, orientamento e incrocio domanda-offerta di lavoro. L’analisi del rapporto costi-efficacia della fiera e la necessità di ottimizzare le risorse disponibili hanno indotto la Regione a prevedere dal 2016 un’unica edizione regionale, rafforzando maggiormente le iniziative locali e puntando sempre di più sul coinvolgimento delle aziende tramite lo strumento dell’Elevator pitch (brevi incontri durante i quali le imprese presentano le figure professionali di cui sono alla ricerca, consentendo in seguito ai candidati interessati di presentare il loro curriculum).

Infine, l’assessora ha ricordato che la prossima edizione regionale di IoLavoro si terrà il 4 e 5 ottobre nel Lingotto Fiere di Torino, con un focus tematico dedicato all’alternanza scuola-lavoro e al sistema duale, e che sono state programmate almeno quattro edizioni locali individuate attraverso una manifestazione di interesse: dopo quella tenutasi a Cuneo il 26 maggio, con il passaggio di centinaia di persone in cerca dì occupazione, il coinvolgimento di 50 operatori, 30 aziende, 8 enti di formazione e 5 agenzie per il lavoro, sono in calendario quelle di Chieri (27 ottobre), Alessandria (14 novembre), Acqui Terme (17 novembre), e si sta valutando la possibilità di organizzarne altre due per coinvolgere il più possibile tutto il Piemonte.

GG – www.regione.piemonte.it