Home » TRIBUNA » “Invitiamo il papa ad incontrare le famiglie di sfrattati”
PONTEFICE INVITATO ALL'OSA LINGOTTO

“Invitiamo il papa ad incontrare le famiglie di sfrattati”

di ilTorinese pubblicato sabato 20 giugno 2015

MARRONE SFRATTATI

MARRONE (FDI-AN): LA DIOCESI TORINESE FACCIA INCONTRARE A PAPA FRANCESCO ANCHE GLI SFRATTATI ITALIANI

 

Uno striscione campeggia sulla palazzina dell’OSA Lingotto, l’edificio comunale abitato da famiglie italiane senza casa che l’hanno recuperato dal degrado e dall’abbandono per trasformarlo in una comunità abitativa per i tanti Italiani strangolati dalla crisi e in attesa di casa popolare: BENVENUTO PAPÀ FRANCESCO, TI ASPETTIAMO ANCHE QUI. <<È importante che famiglie italiane che hanno dato vita all’unica occupazione abitativa che non abbia creato degrado, delinquenza e disagi al quartiere abbiano invitato il Pontefice, a maggior ragione alla luce delle polemiche che hanno interessato Papa Francesco sui temi di solidarietà ed accoglienza: penso che la stessa Diocesi torinese che farà incontrare il Pontefice con immigrati occupanti dell’ex MOI, nonostante lo stupro li’ perpetrato contro una ragazza disabile, farebbe bene a organizzare un incontro di Papa Francesco anche con questi sfrattati di nazionalità italiana, che a differenza di tanti immigrati e profughi non sono assistiti dal welfare. Certamente un simile gesto toglierebbe spazio a polemiche riguardo all’attenzione del Vaticano esclusivamente per i bisognosi stranieri>> afferma Maurizio Marrone, Capogruppo di FDI-AN in Comune di Torino e in Regione Piemonte.