Home » Brevi di cronaca » Inchiesta sul “Cacao”, indagato Morano
Il suo avvocato: "soltanto un grosso equivoco"

Inchiesta sul “Cacao”, indagato Morano

di ilTorinese pubblicato lunedì 4 dicembre 2017

Tra i quattro indagati nell’inchiesta della procura sulla discoteca Cacao,  al Valentino,  di proprietà del Comune sulla quale la magistratura si era interessata per presunte irregolarità nelle autorizzazioni  per l’apertura del locale, compare anche il notaio Alberto Morano,  già candidato sindaco e capogruppo di opposizione della lista Morano a Palazzo Civico. Il reato ipotizzato dall’inchiesta, del pm Gianfranco Colace, è tentata concussione. L’inchiesta era partita da un esposto dello stesso Morano, ma secondo gli investigatori il fatto non sarebbe stato privo di interessi. Gli altri tre indagati sono Angelo D’Amico, ex consigliere comunale di centrodestra, Ferdinando Montalbano e Antonio Biondino, imprenditori del mondo torinese dei locali. Il legale di Morano,  l’avvocato Alberto Mittone, fa sapere che il suo assistito non ha nulla da nascondere e ha chiesto di poter chiarire il prima possibile “quello che ritiene essere soltanto un grosso equivoco”.