Home » POLITICA » In Piemonte c’è Futura, la rete presieduta da Laura Boldrini si presenta ai torinesi
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In Piemonte c’è Futura, la rete presieduta da Laura Boldrini si presenta ai torinesi

di ilTorinese pubblicato venerdì 14 dicembre 2018

La rete presieduta dalla ex presidente della Camera Laura Boldrini si presenta a Torino, lunedì 17 alle 17.30 alla Fabbrica delle E, in corso Trapani. Durante l’incontro, moderato dal giornalista di La Repubblica, Paolo Griseri, prenderanno la parola anche Marco Furfaro, coordinatore nazionale di Futura, Monica Cerutti, assessora ai Diritti della Regione Piemonte. Poi si alterneranno vari rappresentanti delle istituzioni e della società civile, a partire da Mariagrazia Pellerino, componente del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Torino, Marco Novello, presidente di Circoscrizione, David Valderrama, educatore della cooperativa Mirafiori, Cristina Rogna Manassero e Maria Rosa Profeta dello Studio Associato Aretè , Luca Ozzano professore universitario, Marco Gagliardi, avvocato impegnato nel Movimento Consumatori. Rete Futura vuole essere una casa aperta a tutti coloro che hanno a cuore una politica capace di ascoltare i cittadini e le cittadine.  Lunedì affronteremo i temi cari a chi crede nella possibilità di una società più giusta: a partire da quelli del lavoro, dei diritti, dell’Europa. Inviteremo tutti i partecipanti a unirsi a noi nella ricostruzione di una politica in grado di incidere positivamente nella vita quotidiana, restituendo valore alla parola “speranza”. Crediamo in una società aperta e inclusiva e siamo convinti che una migliore qualità di vita nei quartieri sia perseguibile non soffiando sul fuoco della paura, né alimentando “guerre fra poveri”, ma promuovendo la lotta alle disuguaglianze e la costruzione della giustizia sociale attraverso adeguate politiche di welfare. Vogliamo una società in cui la violenza sulle donne non sia più tollerata nella quale chi ha un orientamento sessuale diverso da quello della tradizione possa cercare la propria felicità senza essere discriminato. Crediamo che sia necessario accompagnare ogni cittadino affinché abbia un lavoro dignitoso e in alternativa, crediamo sia indispensabile aiutarlo a sopravvivere in attesa di trovarne uno. Crediamo in una società più al femminile, ricca di donne in posizione di comando. Perché solo una società in cui c’è spazio per tutti e tutte, è una società giusta. Vorremmo una politica umana, capace di ascoltare, coerente., competente, responsabile, gentile e sorridente. Vi aspettiamo numerose e numerosi. Il Piemonte che verrà dipende anche da noi.

 

Monica Cerutti

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE