Home » prima pagina » In calo l’influenza, dopo il picco massimo della settimana scorsa 50 mila piemontesi colpiti
I PASSAGGI AL PRONTO SOCCORSO SONO STABILI E I CASI GRAVI SONO 49 IN TUTTO

In calo l’influenza, dopo il picco massimo della settimana scorsa 50 mila piemontesi colpiti

di ilTorinese pubblicato venerdì 20 febbraio 2015

vaccino45

L’incidenza delle sindromi influenzali, nella settimana dal 9 al 15 febbraio, è di 11,5 casi ogni mille assistiti

 

Il SeReMi, servizio di riferimento regionale per la sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie infettive, ha diramato il bollettino settimanale con i dati dell’epidemia influenzale in Piemonte. L’incidenza delle sindromi influenzali, nella settimana dal 9 al 15 febbraio, è di 11,5 casi ogni mille assistiti: si stima che siano circa 50.000 i piemontesi colpiti dall’influenza. La scorsa settimana, picco massimo raggiunto quest’anno, era di 15 casi per 1000 assistiti. La stima nazionale è di 7,7 casi/1000, più bassa di quella del Piemonte, come negli scorsi anni, e in ulteriore diminuzione. Nell’età pediatrica (0-14 anni), l’incidenza è di 27 casi per mille assistiti, nella fascia 15-64 anni l’incidenza è di 21 casi per mille persone, nella fascia di età dai 65 in avanti è di 6 casi. I passaggi in pronto soccorso sono stabili rispetto alle settimane precedenti: 11 % dei passaggi totali. I casi gravi, dall’inizio della stagione influenzale ad oggi, sono 49, 26 uomini e 23 donne: 4 nella fascia d’età 0-14 anni, 37 nella fascia d’età 15-64 anni, 8 nella fascia dei 65anni ed oltre.

 

(www.regione.piemonte.it)