Home » POLITICA » IL QUARTIERE SI RIBELLA AL SUK NELL’AREA PONTE MOSCA E CON PIU’ DI 150 FIRME CHIEDE UN CONSIGLIO APERTO
Riceviamo e pubblichiamo dalla consigliera della Circoscrizione 7 Patrizia Alessi (FdI)

IL QUARTIERE SI RIBELLA AL SUK NELL’AREA PONTE MOSCA E CON PIU’ DI 150 FIRME CHIEDE UN CONSIGLIO APERTO

di ilTorinese pubblicato giovedì 3 novembre 2016

SUK DEGRADO 2Il quartiere Aurora nella zona dell’area Ponte Mosca si ribella in tutti i modi possibili allo spostamento del Mercato di libero scambio detto Suk nell’area del Ponte Mosca situato tra Corso Giulio Cesare-Lungo Dora Firenze e Via Aosta. I residenti mi avevano chiesto di richiedere un Consiglio aperto con il Sindaco ma non sono riuscita ad avere le 5 firme dei consiglieri necessarie, mi fermavo a 4, così i residenti si sono organizzati e hanno raccolto più di 150 firme necessarie per richiedere un Consiglio come da Regolamento della Circoscrizione 7 Art.9 comma 4b.

Oggi insieme al Presidente del Comitato Cittadini Quadrilatero Aurora Rolando Trevisan e al Presidente del Comitato Sponde Dora Carmine Batilde abbiamo consegnato le firme in Circoscrizione.

Ora aspettiamo la convocazione del Consiglio, il Presidente della Circoscrizione 7 ha 20 giorni di tempo maSUK DEGRADO spero lo convochi il prima possibile perché i cittadini residenti sono ansiosi di confrontarsi col Sindaco. Non dimentichiamoci che in campagna elettorale il candidato sindaco Appendino diceva che i progetti devono sempre essere partecipati con i cittadini, invece in questo caso neppure la Circoscrizione era informata!

Secondo me questa decisione è inaccettabile, non si può in una zona già così problematica aggiungere altro degrado! Visto che sulla Deliberazione si propone una rotazione del Suk e noi da sempre (più di 10 anni) lo abbiamo sulla nostra Circoscrizione, proponiamo se proprio lo si deve fare di incominciare da altre che non l’hanno mai avuto! Perché non iniziare dalla 1?…qualcuno propone la Crocetta….

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE