Home » prima pagina » Il profugo in bicicletta sull’autostrada del Frejus: “Grazie, polizia: mi avete salvato la vita”
Verrà probabilmente aperta un'indagine per l'agente della polizia stradale che ha girato il video

Il profugo in bicicletta sull’autostrada del Frejus: “Grazie, polizia: mi avete salvato la vita”

di ilTorinese pubblicato martedì 25 luglio 2017

L’avvocato dell’agente: “i poliziotti hanno di fatto salvato la vita a quel malcapitato che stava percorrendo un’autostrada in bici, mettendo a rischio la loro stessa vita”

Verrà probabilmente aperta un’indagine per l’agente della polizia stradale che ha girato il video dell’extracomunitario in bicicletta sull’autostrada del Frejus Torino-Bardonecchia, facendo “apprezzamenti” sulle politiche della Boldrini sui migranti. I poliziotti suoi colleghi della sezione di polizia giudiziaria  di Susa gli hanno i sequestrato il telefonino con un provvedimento che, secondo le informazioni trapelate, è  penale e non amministrativo. Il legale dell’agente, Piefranco Bertolino, sottolinea attraverso l’Ansa “un aspetto fondamentale, ovvero che i poliziotti hanno di fatto salvato la vita a quel malcapitato che stava percorrendo un’autostrada in bici, mettendo a rischio la loro stessa vita”. Lo stesso giovane profugo ivoriano ha dichiarato: “Grazie, polizia: mi avete salvato la vita”. All’agente la solidarietà di molti suoi colleghi e da parte del leader leghista Salvini.